vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lapenna giunta azzerata: operazione chiarimento

Più informazioni su

VASTO. “Questo documento cui sono spiegate le ragioni che hanno animato il sindaco Lapenna nel redigerlo e sottoscriverlo c’è stato consegnato personalmente dallo stesso estensore, che abbiamo incontrato, palpabilmente deluso e sconfortato dal comportamento della sua maggioranza che lo attacca costantemente.

Che le cose non funzionassero all’interno dell’amministrazione comunale tra sedute del consiglio comunale improduttive e dalla impossibilità di prendere decisioni importanti, malumori espressi prima a mezza voce, e poi appalesati anche ufficialmente, come per esempio il voto  attribuito, durante una videointervista, all’amministrazione, dal segretario del Pd, consigliere comunale Antonio Del Casale, la incapacità di avere un candidato univoco alle prossime elezioni regionali  e, da ultimo la bordata di Vastoviva che, nella giornata di ieri, ha tenuto un convegno a Vasto dal titolo “Immagino la città”, senza darne per inteso al sindaco di Vasto non chiamato ufficialmente ad esprimere la voce dell’amministrazione, che pure vede l’Onorevole Maria Amato  consigliere comunale.

Questa volta Lapenna non ha potuto far ricorso a nessuna malattia strategica chiudendosi in casa a riflettere, perché in nessuno, di coloro che lo hanno portato per la seconda volta a Palazzo di città, avrebbe trovato un consigliere fidato, ed ha dovuto fare tutto da solo, velocemente, con un decisionismo che tanti e forse anche egli stesso aspettavano da tempo.

Da oggi, i  privilegi e gli stipendi sospesi agli assessori faranno risparmiare qualche euro al comune di Vasto, ed ai vastesi saranno risparmiate la immagine sfilacciata e la statura politica inesistente di una giunta che, tra tatticismi, reticenze, piccole rappresaglie, non sta dimostrandosi all’altezza per governare la città.

Da questo giro esce indenne il non più mite Lapenna che pur gravato di colpe al pari e più dei suoi uomini, perlomeno ha avuto il coraggio di dimetterli fino ad un chiarimento ultimativo quanto decisivo che, se non dovesse rassicurarlo, e con lui tutti i cittadini che rappresenta, dovrebbe essere preludio ineludibile anche alle sue proprie dimissioni.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su