vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La scomparsa di Eleonora Gizzi diventa un giallo

Più informazioni su

VASTO – Anche l’avvistamento alla stazione  è risultato infondato. Eleonora Gizzi non si trova. Purtroppo sia quella segnalazione che tutte le altre arrivate in commissariato e fatte anche alla trasmissione ” Chi l’ha visto?”  si sono rivelate infruttuose. L’ultimo a vederla mentre camminava a piedi verso San Salvo venerdi mattina è stato un cugino, Domenico Morello.

“Ho visto Eleonora camminava piano lungo la strada. Era poco prima di mezzogiorno”, ha ripetuto l’uomo ieri sera ai giornalisti di Rai 3. Altre persone l’hanno vista vicino alla parrocchia della Madonna del Sabato Santo. Altre ancora lungo la costa. Ma dove è Eleonora ? Dove può essere andata una persona che cercava serenità e amava svisceratamente la natura? E’ questa la domanda che forze dell’ordine, le associazioni di volontariato, i familiari e gli amici di Eleonora Gizzi, 34 anni continuano a porsi. 

Eleonora è uscita dalla casa dei genitori venerdi mattina senza portare nulla con se. Un comportamento che viene letto da molti come un preciso messaggio: chiudo con il passato per cominciare una nuova vita. Ma dove? Le ricerche nel quartiere hanno dato esito negativo, ma neppure i controlli fatti a Pescara, la città in cui Eleonora lavorava e viveva hanno ottenuto risultati.  

Sui pali della luce , sulle vetrine, all’ ingresso dei parchi è stata affissa una foto di Eleonora Gizzi. Un elicottero arrivato da Roma ha sorvolato ieri il Vastese, Pescara e la costa abruzzese e molisana per tutto il giorno spingendosi fino a Termoli. “Chi la trova me la riporti”, ha chiesto in lacrime mamma Grazia.” Ultimamente aveva avuto un calo umorale.  Ma non voleva farci vedere che stava male. Lei aveva sempre paura di dare fastidio. Forse è andata via per questo”, ha azzardato il padre. 

“Torna Eleonora, ci manchi tanto”, hanno ripetuto mamma Grazia e papà Italo. Intanto dopo il summit di ieri mattina negli uffici della prefettura di Pescara sono state programmate le iniziative da intraprendere oggi e nei prossimi giorni. Con le forze dell’ordine di Vasto e Pescara collabora adesso anche l’associazione Penelope. Da ieri pomeriggio sono stati stampati e distribuiti migliaia di volantini con il volto di Eleonora.  

Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su