vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

San Salvo, Pollutri:"Si lotta fino alla fine". E sui compagni…

Più informazioni su

SAN SALVO. Vittoria contro la Virtus Cupello per uno a zero e salvezza matematica acquisita. Soddisfazione per l’US San Salvo e i suoi tifosi. Battaglia in campo, partita combattuta fino all’ultimo e gioia alla fine per i giocatori, in particolare per alcuni, sansalvesi doc, che indossano la maglia della loro citta’: il terzino Andrea Pollutri e’ uno di questi. Pollutri, che ha disputato un ottimo campionato anche con la squadra juniores allenata da Di Nardo, ha avuto modo di giocare contro la Virtus e domenica contro il Vasto Marina promette battaglia in egual modo. 
“Il campionato va onorato fino alla fine come ha detto anche mister Gallicchio. Contro la Virtus era anche una specie di “derby” vista la vicinanza delle città e ci tenevamo a far bene non solo per i punti salvezza ma anche per la sfida particolare e dare una gioia ai tifosi. Domenica arriva il Vasto Marina al Bucci e anche con loro, nonostante cerchino punti importantissimi per la salvezza, noi faremo la nostra partita. Giocheremo a viso aperto cercando di portare a casa i tre punti perché sulla carta e’ un altro “derby”. Ci saranno ex giocatori che avevano iniziato la stagione con noi come Giuliano e rivedrò il mister che mi ha allenato lo scorso anno. Non ho un buonissimo ricordo ma il passato e’ passato. Domenica sarebbe bello vincere e poter ancora festeggiare una buona annata con i nostri supporter sansalvesi che sono una delle tifoserie, nonostante i daspo, tra le più presenti nel campionato di Eccellenza”. 
Serenità nello spogliatoio. Scherzi spesso tra compagni e amicizie che restano anche fuori dal campo.  “Chi è il più ritardatario in squadra?”. A: “Ne dico due: Sabella e Di Pietro”.
“Il più permaloso?”. A: “Izzi”.
“Il più buono?”. A: “Izzi, Vitiello e Vinciguerra”.
“Il più adatto a fare “serata” come si usa dire nel vostro gergo”. A:”Mainardi”.
“Il più furbo?”. A: “Giuliano Felice”.
“Hai la possibilità di essere un altro giocatore per un giorno. Chi vorresti essere e perché?”. A: “Marchisio per la grinta che mette in ogni partita”.
“Un pregio e un difetto per i compagni che ti nomino. Iniziamo con Izzi”. A:” Simpatico e buono come persona il pregio. Difetto… Pignolo e permaloso”.
“Mainardi”. A:”Ottimo compagno di squadra. Difetto: quando inizia a parlare non la smette più”.
“Marinelli”. A:”Altruista, si sacrifica per la squadra. Difetto: si arrabbia troppo facilmente”.
“Vitiello”. A:”L’allegria fatta persona. Simpaticissimo. Anche lui però si arrabbia troppo facilmente”.
“Hai l’opportunità di andare in vacanza con un compagno. Con chi andresti, dove è perché”. A:”Andrei con Marinelli e Mainardi a Ibiza per vedere… I monumenti…(sorride ndr)”.
“Sei fidanzato. Dove porteresti in vacanza la tua ragazza?”. A:”A Parigi la città dell’amore”.
“Serata tipo?”. A:”Esco con ragazza, amici e poi a dormire”.
“L’avversario che ti ha impressionato di più quest’anno”. A:”Cini. Davvero impressionante”.
“Le partite che ti rimarranno più impresse della stagione?”. A:”I derby. Partite importanti ed emozione unica”.
“Soddisfazione la si prova anche nel vincere alla play station con gli amici. Chi sfideresti sapendo di poter vincere facilmente?”. A:”Potrei vincere facile con Vito Marinelli”.
Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com) 

Più informazioni su