vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elettrodotto Villanova Gissi chiesto un incontro con la società Terna

Più informazioni su

GISSI. Il movimento nazionale consumatori Acai, presieduto da Lorenzo Cesarone, ha chiesto un incontro alla Terna Spa per l’apertura formale di un tavolo bilaterale in relazione al progetto di realizzazione dell’elettrodotto Villanova – Gissi. L’input è partito dal consigliere provinciale Camillo Sborgia, presidente della commissione di Vigilanza.

Il tavolo dovrebbe essere finalizzato  ad una “valutazione paritetica in punto di fatto e di diritto circa le inevitabili implicazioni pregiudizievoli in termini di danno economico da svalutazione fondiaria, per i proprietari di case e gli imprenditori agricoli interessati dall’attraversamento o comunque residenti nella zona circostante, oggettivamente compromessa anche in ragione della complessa modificazione in peius della qualità della vita, con particolare riferimento alle popolazioni di Villanova, già sede di altri elettrodotti”, esistenti da oltre vent’anni.

Il sindacato dei consumatori punta alla “istituzione di un tavolo di compensazione e conciliazione dei rispettivi interessi, per la definizione di accordi di sostenibilità dell’intervento sotto il profilo tecnico, con il minore impatto per le popolazioni interessate e di equo indennizzo da svalutazione fondiaria”, in favore di tutte le categorie interessate, evitando in tal modo “ogni eventuale ipotesi di contenzioso civilistico”.

All’incontro richiesto parteciperanno, con Cesarone, l’avvocato Daniela De Amicis, Sborgia e una delegazione di cittadini. “Come rappresentante del territorio – dice Sborgia – ritengo che vadano compiute tutte le azioni possibili per difendere gli interessi dei residenti e degli operatori. La prima cosa da fare è l’attivazione del tavolo, per trovare un punto di incontro, ma non escludo altre iniziative”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su