vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tagli alla sicurezza: Sigismondi chiede l’impegno del Presidente della Provincia

Più informazioni su

CHIETI. La contrarietà al “Progetto di razionalizzazione delle risorse e dei presìdi della Polizia di Stato sul territorio” e al piano di accorpamento previsto dal Commissario alla spending review del Governo Renzi e la richiesta al Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, a farsi promotore, presso il Governo nazionale, di azioni volte a scongiurare la soppressione della Polfer di Vasto, della Polpost a Chieti e della Polizia Stradale a Ortona a mare. È quanto chiede in una mozione, il Consigliere provinciale di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi, primo firmatario del documento che ha protocollato alla Provincia di Chieti, insieme al suo collega Roberto Di Campli (Pdl). “Premesso che – si legge nella mozione che verrà discussa durante il prossimo Consiglio provinciale in programma il 17 aprile in prima convocazione ed il 29 in seconda – con nota n.559/A/1/131.4.1/2701 del 03 marzo u.s. Il Ministero dell’Interno ha comunicato alle prefetture il ‘Progetto di razionalizzazione delle risorse e dei presidi della Polizia di Stato sul territorio’; sul nostro territorio provinciale sono a rischio di soppressione tre importanti presìdi: Polfer a Vasto, Polpost a Chieti e Polizia Stradale a Ortona a mare; la Provincia di Chieti, per tramite del Vicepresidente della Giunta Antonio Tavani, ha già espresso netta contrarietà al progetto di razionalizzazione, proposto dal Governo, durante la riunione convocata il 13 marzo u.s. dal Prefetto di Chieti; lo scorso anno il nostro territorio è stato già penalizzato dai tagli alle Forze dell’Ordine con l’interruzione del servizio navale della Motovedetta dei Carabinieri presso il Portodi Vasto, esprime contrarietà  al progetto di razionalizzazione messo in piedi dal Governo Renzi col Commissario alla spending review Carlo Cottarelli, ed impegna il Presidente della Provincia a far di tutto affinché tali assurde decisioni vengano scongiurate.”

 

“Ritengo necessario – ha poi dichiarato Etelwardo Sigismondi – che lo Stato continui ad investire, e non a tagliare, sempre maggiori risorse finanziarie sulle proprie Forze dell’Ordine, al fine di garantire la sicurezza dei cittadini soprattutto in territori di confine, come quello della provincia di Chieti, particolarmente esposti ad infiltrazioni malavitose provenienti dalle regioni del sud della Penisola.”


redazione@vastoweb.com 

Più informazioni su