vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L'ultimo saluto di Vasto ad Ada Della Penna Miscione

Più informazioni su

VASTO. Con Ada Della Penna scompare una figura che fa parte della cronaca quotidiana di tutti coloro che hanno frequentato le scuole nei vecchi palazzi scolastici di corso Italia a Vasto. La vedova di Nicola Miscione indimenticato dirigente del comune di Vasto, era, ai suoi tempi, una dinamica ed infaticabile donna manager in un epoca in cui le mogli e le madri essenzialmente si occupavano della casa.

La famosa cartolibreria Ada Della Penna, con il vezzo di chiamarla con il proprio nome e non già con quello acquisito con il matrimonio, è stata per decenni un’autentica istituzione cittadina. Proverbiali le file per vedersi consegnati i libri nel periodo che precedevono il primo ottobre data, all’epoca, fatidica dell’inizio unico di tutte le scuole e durante il resto dell’anno uno sfavillare di articoli di cancelleria che ciascuno scolaro avrebbe voluto toccare, comprare e possedere tutti indistintamente, in un locale che ai ragazzi sembrava tanto grande, quanto invece sia onestamente  piccolo, soprattutto per i parametri degli esercizi commerciali di oggigiorno.

Dietro il bancone la signora Ada, minuta in verità, ma anche lei sembrava più grande, elegante, impeccabile con la sua permanente stile anni sessanta e i suoi occhialoni scuri anche d’inverno come all’epoca usava. Gentile, disponibile, ma anche severa, quando era necessario arginare le folle di ragazzini che si affollavano in cartoleria nelle ore di punta. Uno di quei ricordi che torna oggi alla mente che la signora Ada non c’è più e che accompagna ricordi di chi è stato scolaro in quegli anni. Ai figli  Nando ed Anna, alla nuora Roberta ed a tutti i familiari le più sentite condoglianze di Vastoweb.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su