vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Parco Fortunato a Vasto marina in totale stato di abbandono

Più informazioni su

VASTO. “Il Parco FORTUNATO di Vasto marina -scrive in una nota Alfredo Graziano portavoce del comitato Vasto Marina nel cuore- come ho avuto modo di denunciare in passato, versa in totale stato di abbandono grazie alla incuria dell’amministrazione comunale; un degrado che incide negativamente sulla stessa vivibilità di chi ci abita e lo frequenta tanto che, sin dal mese di  gennaio u.s., ho ritenuto opportuno informare l’assessore al ramo, nella persona del sig. Marra, senza che da parte di quest’ultimo ci sia stato il pur minimo interessamento.

L’omesso intervento del succitato assessore, a suo dire, era addebitabile al fatto che il geom. Ignazio Rullo, responsabile dei servizi, dal 01/04/2014, sarebbe stato collocato in quiescenza per cui non era possibile pianificare nulla; le mie rimostranze erano tali, ma questa è storia recente,  da rivolgere al
sig.Marra l’invito ad un confronto pubblico (richiesta ovviamente sempre attuale) per spiegare ai cittadini, tra l’altro,  le motivazioni per cui  la pulizia del parco Fortunato di Vasto Marina sarebbe dovuta avvenire, così come dichiarato,  dopo la manutenzione di tutto il  verde pubblico presente a Vasto. Per il sig.Marra,
evidentemente, i cittadini di Vasto marina non sono così importanti come gli abitanti di Vasto….

La residua speranza è che il richiesto confronto si svolga quanto prima, mentre è possibile, nel frattempo, vedere scorazzare, all’interno del parco, ospiti poco graditi dalle sembianze particolari e di tanto sarebbe opportuno che la A.S.L. competente intervenga così come richiesto dalla Legge in casi del genere.

Si sappia che i residenti il Parco Fortunato (400 famiglie), da tempo, hanno chiesto all’amministrazione comunale l’affidamento in gestione di tutta la struttura comunale ( parliamo di patrimonio comunale composto da strutture sportive  e verde pubblico), alla luce, anche, di quanto vissuto nell’anno 2013; la pulizia del
parco, il funzionamento dei relativi impianti e quant’altro potè avvenire solo grazie all’auto tassazione dei residenti, nel totale disinteresse dell’amm.ne comunale.

Ma l’aspetto più interessante è dato dal fatto che da mesi l’amministrazione comunale ha deliberato per la gestione del parco,affidandola  all’amministratore condominiale, geom. Ezio Di Santo, il quale, ovviamente ha posto come conditio sine qua non per l’accettazione che la stessa amministrazione effettui la consegna dell’intero patrimonio in condizioni quantomeno accettabili; nulla di tutto ciò ed il TORPORE aleggia più che mai, mentre il parco è ridotto ad un LETAMAIO TANTO CHE CI ESIME DAL PORTARE I BIMBI, per evitare, tra l’altro, spiacevoli…incontri.

Mi chiedo e chiedo: quale ruolo svolge la politica, quanto  il potere della dirigenza atteso che, così  come sembra, al comune di Vasto non vi è foglia che si muova senza il nulla osta deli dirigenti competenti.

Intanto una conferma è venuta stamani dall’assessore Tiberio (responsabile del patrimonio comunale) il quale, contattato telefonicamente, non ha saputo dire di meglio che non appena sarà nominato il nuovo dirigente dei servizi,  si provvederà  etc…..I tempi di la da venire per cui, sindaco La Penna, provveda quanto prima a questa nomina.

Il dilemma è e rimane: ma chi per davvero comanda al comune di Vasto? Ai posteri l’ardua sentenza, a noi cittadini che paghiamo regolarmente  le tasse, vada il
dovuto rispetto da parte delle istituzioni tutte, comune di Vasto in testa”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su