vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Grande successo per il Concerto in occasione del 25° anniversario del Coro Stella Maris

Più informazioni su

VASTO. Grande successo per il Concerto di Musica Medievale a Palazzo d’Avalos, sabato 31 maggio 2014 alle 21.00, in occasione del 25° anniversario di fondazione del Coro Stella Maris.
Il numerosissimo pubblico presente ha molto apprezzato l’esibizione musicale dei protagonisti della serata: il CoroPolifonico Stella Maris, l’Ensemble Stella Nova ed il Pejman Tadayon Sufi Ensemble.
Il Coro Polifonico Stella Maris, diretto da Paola Stivaletta, ha presentato brani medievali tratti da antiche raccolte del XIII e XIV secolo ((Cantìgas de Santa Maria e Llibre Vermell de Montserrat).
L’esecuzione dell’Ensemble Stella Nova ha prediletto il medioevo italiano presentando brani del Trecento (Echo la primavera di Francesco Landini massimo esponente dell’Ars Nova) e brani anonimi del periodo (Fate d’arera e Saltarello IV). Per l’occasione L’Ensemble vastese (Paola Stivaletta flauti, Peppino Forte liuto , Roberto D’Alessandro salterio e percussioni, Alessandra Santovito canto, Francesco Forgione arpa e percussioni, Domenico Mancini viella) ha presentato il CD «Cammini Medievali» appena pubblicato.

Molto entusiasmo ha suscitato la performance di Peyman Tadayon e del suo Sufi Ensemble (Pejman Tadayon: oud, canto, setar; Martina Pelosi: canto, sansula, armoniom; Simone Pulvano: percussioni; Massimiliano Barbaliscia: santur).
Il musicista-pittore persiano ed i suoi bravissimi musicisti hanno trasportato gli ascoltatori in oriente grazie alle loro musiche coinvolgenti, che prendono spunto dalla musica tradizionale persiana, suonate con gli strumenti originali come setar, ney, tar , oud, santour, tombak, daf .
Pejman Tadayon ha spiegato,con brevi prentazioni, anche il significato dei testi dei brani eseguiti che vogliono celebrare alcuni dei più grandi mistici di tutti i tempi : Jalalludin Rumi, Hafez, Omar Khayyam, e diffondere il loro messaggio universale di armonia e pace fra tutte le religioni e le culture, come è tradizione delle confraternite sufi.

A conclusione del concerto uno special “medieval jam session” con Coro Stella Maris, Stella Nova e Pejman Tadayon Sufi Ensemble riuniti per l’esecuzione di due brani della tradizione musicale persiana che ha molto divertito e convolto il folto pubblico presente.
Grande attenzione anche agli interventi e le riflessioni proposte dai rappresentanti del “Tavolo Interreligioso per il Dialogo e la Pace fra le Culture” (Rossella Toscano Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, Giovanna Sciclone Pastore della Chiesa Valdese, Hamid Hafdi Comunità Islamica del Vastese, Don Gianfranco Travaglini Parroco della Cattedrale San Giuseppe)
sul tema del “Valore della diversità interculturale” che hanno rimarcato la necessità dell’accettazione della diversità delle culture come un valore positivo e dell’assoluta centralità del dialogo nei rapporti interculturali e religiosi.
L’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Vasto dr.ssa Anna Suriani ha ricordato che l’educazione alla valorizzazione delle diverse culture è oggi una condizione imprescindibile per una società multiculturale che deve crescere non solo nell’accettazione e nel rispetto del diverso, ma anche nel riconoscimento della sua identità culturale, in una
prospettiva di reciproco arricchimento.
Il prossimo evento in programma per il 25° anno di fondazione del Coro Polifonico Stella Maris sarà il Concerto del Coro Voci Bianche diretto da Paola Stivaletta che si terrà il 18 giugno alle ore 21.00 nella Cattedrale S. Giuseppe.
Nel corso della serata sarà presentato, del Coro Voci Bianche Stella Maris, il CD “…note d’autunno” appena pubblicato.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su