vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Guardrail e sicurezza stradale, ‘VastoLibera’ torna sul tema a qualche giorno dal tragico incidente sull’A14

Più informazioni su

VASTO. Dopo il tragico incidente sull’autostrada A14 costato due vite umane, che in questi giorni ha riempito le pagine dei quotidiani locali e non solo, l’Associazione ‘VastoLibera’ torna sul tema della sicurezza stradale. Sulla questione guardrail, il sodalizio presieduto da Carlo Centorami, più volte era intervenuto segnalando situazioni di pericolo in modo particolare nel territorio della città di Vasto. La prima missiva dell’Associazione di promozione sociale ‘VastoLibera’, infatti, risale al 18 febbraio del 2013. Nessuna risposta, però, da parte dell’Amministrazione di Vasto. Lo stesso Prefetto di Chieti, S.E. Fulvio Rocco de Marinis, in data 27 maggio 2013, 7 ottobre 2013 e 5 febbraio 2014, ha sollecitato il Sindaco a rispondere al Presidente Carlo Centorami. Puntualmente, invece, ha risposto la Spa Autostrade per l’Italia, la quale ha sottolineato come la manutenzione dei sovrappassi autostradali, spetti agli Enti proprietari.   “Fermo restando che sono state risolte solo le situazioni del ponticello in Via San Biagio e Via Cinque Olivi a Vasto, sottolineo come in casi analoghi la situazione è talora peggiorata” ha detto Carlo Centorami che, proprio stamani, ha indirizzato una ennesima richiesta al Sindaco di Vasto Luciano Lapenna, al Comandante della Polizia Municipale Ten. Orlandino Carusi ed al Prefetto di Chieti. “Con la presente – si legge – chiediamo la risposta ai quesiti già posti un anno fa, in modo particolare: se le barriere sui sovrappassi autostradali rispettino le norme italiane ed europee; se i guardrail urtati e deformati siano o no da sostituire e perché non si provvede da anni; se è obbligatorio o no segnalare secondo le prescrizioni di legge con cartelli, segnali luminosi e quanto previsto dal codice della strada le zone pericolose per evitare più gravi conseguenze e salvaguardare l’incolumità degli utenti della strada e dei cittadini”. Poi Centorami ha concluso sottolineando come sia pericolosa “la parte iniziale della Circonvallazione Histoniense, laddove termina Via Istonia, dove il guardrail è al di sotto il piano stradale”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su