vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Multopoli, gli accusati vogliono tornare in libertà. Nuova istanza al gip

Più informazioni su

SAN SALVO – Continuano a urlare la propria innocenza e chiedono per questo di tornare liberi. Il 21 giugno il Tribunale del Riesame ha rigettato la richiesta di annullamento della misura cautelare presentata dagli avvocati Antonello Cerella. Fiorenzo Cieri e Giovanni Cerella per l’ex comandante della polizia municipale di San Salvo e altri due vigili.Questa mattina Cerella e Cieri ripresentano una nuova istanza al gip. 
“Non ci sono motivi per i quali i nostri clienti debbano restare ai domiciliari”, dicono. I legali contestano il vincolo associativo e quindi l’esigenza della misura cautelare.” Tre persone che lavorano nello stesso ufficio è normale che parlino fra loro. E’ assurdo ipotizzare l’associazione a delinquere”, sostengono gli avvocati. I tre vigili finiti nei pasticci nell’ambito dell’inchiesta denominata “Multopoli” sono accusati di peculato, falso, abuso d’ufficio, accesso abusivo al sistema informatizzato del Pubblico registro automobilistico , minaccia a pubblico ufficiale e violenza a persone informate sui fatti per impedire l’accertamento dei reati commessi. 
“Non c’è alcun rischio che commettano di nuovo i reati, per questo chiediamo che tornino in libertà”, insistono gli avvocati.
Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su