vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il TAR da torto alla Asl: il servizio ambulanze non poteva essere affidato tout court alla croce rossa

Più informazioni su

VASTO – Il servizio di trasporto dei malati in ambulanza non poteva essere affidato come è stato fatto dall’azienda sanitaria del Chietino a fine anno alla Croce rossa e per un periodo di 3 anni, senza una gara pubblica. I giudici del Tribunale amministrativo regionale di Pescara hanno accolto  il ricorso presentato dagli avvocati Pierpaolo Andreoni e Maurizio Mililli per la Protezione civile Valtrigno e la Società Cooperativa sociale europea soccorso onlus di Chieti. La Croce rossa per riottenere l’affidamento del servizio il 1 gennaio 2015 dovrà partecipare ad un bando come le altre associazioni. 
La Valtrigno esulta e con le lei tutte le associazioni di volontariato alle quale il 31 dicembre 2013 era stato tolto il servizio senza alcun preavviso nè bando di gara.” Non posso che essere soddisfatto per l’esito del ricorso. Quella emessa dal Tar è una sentenza innovativa che fa da apri pista a contenziosi analoghi. Ringrazio i giudici che hanno emesso la sentenza dopo 5 mesi dal ricorso. Ora valuteremo eventuali azioni risarcitorie”, afferma l’avvocato Andreoni. Il legale della Valtrigno impugnò il provvedimento della Asl Chieti-Lanciano-Vasto il 27 gennaio 2014 definendo le decisioni assunte dall’azienda del Chietino “immotivate e affatto convenienti dal punto di vista economico, quindi dannose per l’economia del territorio”. 
A marzo Andreoni presentò anche una richiesta di sospensiva che venne respinta, ma contestualmente i giudici dichirarono la vicenda ” meritevole di approfondimenti”. Il caso è stato analizzato il 3 luglio dal collegio formato dai giudici Michele Eliantonio ( presidente), Alberto Travaglini (consigliere) e Massimiliano Balloriani( consigliere estensore).Il Tar ha dato ragione ad Andreoni.  Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)  

Più informazioni su