vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Monopoli: Cupello, campionato, fede giallorossa e la festa scudetto con Giuseppe Soria

Più informazioni su

VASTO. Grande festa a San Benedetto per festeggiare la vittoria dello scudetto della Sambenedettese nella Serie A Enel di beach soccer e la conquista anche della Super Coppa. Tra i protagonisti indiscussi Giuseppe Soria e Manolo Monopoli. Soria esperienza, tecnica, tenacia e goal. Monopoli non solo massaggiatore ma anche ultras nei pre e post match. Cena con le divise nuove che mostrano lo scudetto sul petto, risate, divertimento, una torta a forma di scudetto e i premi che la società ha riservato allo staff e componenti della squadra per i risultati eccellenti raggiunti. Tutto in grande stile in un ristorante di San Benedetto.
“Non poteva che essere cosi…Festa stupenda dove sono usciti ancora una volta i valori di questa società. Ci hanno accolti tutti come una grande famiglia, non si può volere di meglio. Il famoso cuore Samb quello di cui parlavo dopo le grandi, seppur a volte sofferte, vittorie sul campo” spiega in poche parole Soria.
A rilanciare è l'”l’Ultras dei Vip” Manolo Monopoli: “Che bello è…quando esco di casa per andare a San Benedetto e vincere lo scudetto ohohohohoh”. Parte con un coro dedicato alla squadra la sua dedica alla Samb per una stagione che lo ha visto avvicinarsi al beach soccer per la prima volta quest’anno grazie all’amico e suo idolo Soria. “Sono rimasto affascinato da questo sport. Prima lo seguivo molto poco. Ringrazio ancora una volta Peppe che mi ha dato la possibilità insieme alla società di entrare in questo mondo. E non potevo iniziare meglio visto che si è vinto tutto, Super Coppa e scudetto e le emozioni sono state tante. Dopo alcune partite non andate al meglio ci davano già per spacciati e invece abbiamo dimostrato a tutti che con il cuore Samb si va lontano. Festa stupenda. Divertimento, risate. Tutti insieme ancora una volta per festeggiare finalmente ciò che è stato conquistato sulla sabbia”.
“Monopoli che ha un debole per le curve e il tifo. Tifosissimo della Roma, ma anche della Vastese e già dal passato sostenitore incallito di Peppe Soria e Daniele Avantaggiato”. “Si io son sempre andato in curva a sostenere la Vastese e se potevo a vedere la Roma. Sono tifosissimo della squadra della mia città ma anche dei giallorossi. Di quei tifosi che la seguono davvero con pathos non da tribuna o chic. In passato avevo fatto anche uno stendardo dedicato a Soria e Avantaggiato. Recitava cosi: Soria-Avantaggiato successo assicurato. Come on Vasto. E poi ritrovarlo alla Vastese 1902 la scorsa stagione come massaggiatore ed avere l’opportunità di lavorare, seguire e divertirmi anche con la Samb è stato veramente bello. Ringrazio tutti dai presidenti allo staff ai ragazzi che hanno messo davvero tutto in campo e sono stati molto accoglienti e disponibili nei miei confronti. Uno dei più grandi sicuramente il capitano Bruno Novo ma anche Leghissa lo porto nel cuore”.
“Quest’anno nel calcio a 11 esperienza nuova con il Cupello”. “Sono contento di dare una mano al Cupello insieme a Warner D’Anniballe. La società di Di Francesco ci ha messo a disposizione tante e buone attrezzature. C’è davvero di tutto e non ci si può lamentare. Il sintentico è un bellissimo e buon campo. Per i ragazzi forse qualche “acciacco” in più può capitare in questo periodo ma per come è ridotto l’Aragona, campo su cui giocavamo lo scorso anno, posso dire che è meglio il sintetico. Spero però che l’Aragona torni presto ad essere il campo di una volta, quel manto erboso che tutti sognavano di calcare e che lo sia anche per i successi della squadra. Io lavoro per il Cupello e darò tutto il mio apporto tifando e calandomi anche in questa realtà, ma il cuore resta sempre a Vasto. D’altronde son sempre andato a seguire fin da bambino la squadra biancorossa”.
“Cupello che ha portato in squadra anche tanti ex Vastese”. “Avantaggiato, Benedetti, Galiè, solo per nominarne alcuni che sono anche grandi amici fuori dal campo. La squadra è un mix di giovani promettenti e di uomini d’esperienza. Sono sicuro che ce la possiamo giocare con tutti. Il campionato è livellato. San Salvo, Vasto Marina, Vastese hanno tutte preso rinforzi. Secondo me sarà un campionato non scontato, in cui si dovrà lottare partita dopo partita fino alla fine. Noi speriamo di raggiungere i nostri obiettivi prima possibile. Iniziando a fare bene già dalla prima di campionato che giocheremo fuori casa contro il Capistrello”.
Domenica sette settembre inizia infatti il campionato di Eccellenza abruzzese. Queste le partite della prima giornata: CAPISTRELLO-CUPELLO FRANCAVILLA-VASTESE MARTINSICURO-ANGOLANA MIGLIANICO-PINETO PATERNO-TORRESE SAN SALVO-BORRELLO SULMONA-ALBA ADRIATICA VASTO MARINA-MONTORIO 88 ACQUA E SAPONE-AVEZZANO Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su