vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cupello: doppia sfida contro l'US San Salvo. Info e costi per la Coppa Italia e le parole di Di Francesco

Più informazioni su

SAN SALVO. Dopo la vittoria di domenica per uno a zero contro il Borrello in campionato importante sfida domani pomeriggio allo stadio “Davide Bucci” tra l’U.S. San Salvo e il Cupello. Il match, valevole per il terzo ed ultimo turno del triangolare di Coppa Italia, avrà inizio alle ore 16. Nel primo turno il San Salvo ha pareggiato contro il Vasto Marina.  La società biancazzurra al fine di favorire la presenza dei tifosi di entrambe le squadre ha deciso di applicare prezzi popolari per questa partita, infatti il costo del biglietto è di 5€ mentre per le donne l’ingresso sarà gratuito.
Dal canto suo il Cupello fa sapere di avere abbassato i prezzi per gli abbonamenti. Con cinquanta euro si potranno vedere 15 partite e saranno indette durante la stagione tre giornate rossoblu. Il presidente Oreste Di Francesco mostra soddisfazione per la prima gara di campionato. “Il pareggio in trasferta contro il Capistrello è un ottimo risultato soprattutto in virtù del fatto che il nostro portiere, classe ’97, Capitoli, che non sarebbe dovuto essere titolare, ha parato due rigori ed è stato decisivo con buoni interventi in diverse occasioni. Abbiamo rischiato anche di vincere poi la partita prendendo un palo e ce la siamo giocata a viso aperto. Ci sono state delle defezioni importanti proprio prima dell’inizio del match. A parte qualche infortunato che sta recuperando, non abbiamo potuto contare sul contributo importante di Martelli affianco a Benedetti al centro della difesa. Ma chi è sceso in cambio ha saputo dare il massimo. Sia chi è entrato dal primo minuto che chi è subentrato a partita in corso. Abbiamo giocato con diversi fuoriquota sin dall’inizio e tutti se la sono cavata. 
Grande cuore di Torres in attacco e ha fatto vedere da subito buone cose anche Alessandro Pendenza, neo arrivato. Avantaggiato lo considero un giocatore importantissimo e una grande persona dentro e fuori dal campo. Ha sempre una parola di conforto, buona per tutti ed è un ragazzo che sa farsi volere bene. Cosi come Cesarino Del Bonifro che oltre ad essere ormai un giocatore su cui punta Cupello da un pò, è anche un uomo spogliatoio. Organizzatore anche dei conviviali il giovedi, che servono sempre per far amalgamare al meglio il gruppo. Il nostro obiettivo principale resta sempre la salvezza nonostante la squadra pare rinforzata rispetto allo scorso anno. Bisogna restare con i piedi per terra perchè il campionato di Eccellenza è molto livellato e competitivo e si deve cercare di ragionare partita dopo partita senza regalare nulla o quasi agli avversari. Noi dal canto nostro come società ci stiamo continuando a muovere, soprattutto alla ricerca di giovani interessanti di prospettiva che possano migliorare ulteriormente il livello della squadra. Ci guardiamo intorno e non sono esclusi colpi di mercato all’ultimo momento.
Ci sono tanti elementi di qualità sia nella nostra squadra che nelle altre. Diversi giocatori che scendono di categoria e arricchiscono questo campionato. Io sono uno che avendo anche giocato in passato sento molto le partite e come presidente ho sofferto domenica tenendo tutto dentro perchè un presidente deve sempre mantenere un comportamento sopra le righe e il più possibile corretto ma ne ho risentito poi post match. Sono uno che le vive, le sente. Domani e domenica avremo la doppia sfida contro il San Salvo di mister Gallicchio. Anche loro hanno un buon organico e sono stati bravi a rinforzarsi ulteriormente anche nelle ultime settimane con due giovani di grande qualità. 
Sicuramente dovremo temere l’attacco del San Salvo. Non ho mai negato di ammirare e di invidiare un giocatore come Marinelli che reputo di qualità ma anche Antenucci e uno come Quaranta a centrocampo sono giocatori che fanno la differenza. Spero però che in questo caso Marinelli e gli altri non ci diano troppo fastidio e che i miei ragazzi siano pronti a bloccarli e se poi proprio non dovesse andare bene speriamo almeno nella conquista di un punto e mai di tornare a mani vuote. 
Teniamo alla Coppa Italia cosi come al campionato. Per noi ogni sfida è importante. Ce la possiamo giocare. Chiamo a raccolta i tifosi del Cupello per le due sfide, una interna, quella di campionato domenica e una in trasferta, quella di Coppa domani. Purtroppo come orario non è dei più consoni quello della Coppa Italia ma invitiamo lo stesso i nostri tifosi a seguirci e incitare i ragazzi in campo che al Bucci ce ne sarà bisogno” spiega il presidente del Cupello, Oreste Di Francesco, durante la trasmissione Sport Inside su Agorà Music Tv. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su