vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Catena umana per salvare i balenotteri spiaggiati a Punta Penna (Foto e video)

Più informazioni su

VASTO. Tantissima gente si è ritrovata a Punta Penna per assistere alle operazioni di salvamento dei sette balenotteri bloccati sui bassi fondali a circa 10 metri dalla costa.  I volontari e gli uomini della guardia costiera hanno creato una catena umana e messo insieme la loro forza per consentire a quattro dei sette cetacei di riconquistare il largo. Tre di loro purtroppo sono morti. Gli esemplari della lunghezza tra gli 11 e i 12 metri, dal peso di circa 11 tonnellate ciascuno, probabilmente adolescenti, tra i 15 e i 20 anni, avrebbero perso l’orientamento nell’Adriatico, e sono finiti sulla spiaggia. L’operazione di salvamento è molto delicata ed è stata v costantemente monitorata dalla Guardia Costiera e dal gruppo comunale della Protezione Civile. Sul posto  il personale specializzato del C.E.R.T. (Cetaceans strending Emergency Response Team) dell’Università degli studi di Padova, il personale del centro studi cetacei di Pescara, e della locale ASL servizio veterinario nonché il nucleo della protezione civile di Vasto.
Le operazioni coordinate dal Comando della Capitaneria di Porto di Ortona hanno coinvolto due motovedette, un battello veloce, il nucleo subacqueo della Guardia Costiera nonché un mezzo della locale marineria. Sono giunti sul posto anche il sindaco di Vasto Luciano Lapenna, il presidente della Regione Luciano D’Alfonso e l’assessore regionale alla sanità Silvio Paolucci. Tra i volontari che si sono adoperati per le operazioni di salvamento dei balenotteri c’erano tra gli altri gli operatori balneari Ettore Primiceri, Fernando Sorgente e l’ex concorrente del “Grande fratello” Alberto Baiocco. Sarà effettuata un’autopsia dei cetacei morti, per indagare sulle cause del decesso. Per i risultati occorrerà un anno.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su