vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“La Madonna di Lourdes mi ha suggerito di costruire una grotta al bosco Corundoli”, la visione del parroco di Montecilfone

Più informazioni su

MONTECILFONE. In molti, fedeli e non, stenteranno a crederci ma la notizia è apparsa già nel giornalino parrocchiale “Il campanile” e, a scanso di equivoci, cita testuali parole: “Il 16 agosto 2014, festa della Madonna Grande, il parroco a nome di un nascente Comitato cittadino informava la comunità parrocchiale: “Al bosco di Coriundoli desideriamo far sorgere una grotta mariana chiamata “La piccola Lourdes di Corundoli”. La piccola Lourdes nasce, infatti, dal desiderio e dalla volontà dei fedeli cristiani e di Padre Franco Pezzotta, parroco della Chiesa di San Giorgio martire in Montecilfone dal 1971.

Recatosi con devoti per diverse volte a Lourdes in pellegrinaggio, udiva una voce interiore che gli suggeriva: “Tu mi devi riprodurre a Montecilfone, costruire a Corundoli una grotta simile a quella di Lourdes””.

“Era la Sua, la voce della Madonna della Grotta di Massabielle”: ribadisce il testo risportato a pagina 27 dell’ultimo numero del giornale parrocchiale “Il campanile”.

E non è tardata la risposta di padre Franco che ha riportato sul suo giornalino: “Sì, o Santissima, o piissima, dolce vergine Maria. Madre beata, Immacolata, con la benedizione e con l’aiuto del popolo di Dio, io voglio! Ti riprodurrò a Corundoli uan grotta simile a quella di Lourdes””.

Adesso il desiderio della Madonna sarà realizzato, almeno stando alle parole del giornalino. I lavori sono prossimi a partire e a Montecilfone ci sarà così “un altro ovile per le pecorelle in cerca di aiuto”, come specifica il parroco.

“Anche a Corundoli, in Montecilfone, in provincia di Campobasso, brillerà l’arcobaleno di Lourdes; anche qui, ci sarà la famosa visione biblica: “Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto” (Apocalisse 12, 1-2)”.

“Sarà un’opera della Divina Provvidenza – assicura il parroco –  e della carità e generosità dei fedeli, desiderata dalla Madonna che in tanti modi e con insistenza ha chiesto”.

Ovviamente l’invito a far parte del nascente comitato è aperto a tutti e nell’articolo citato si precisa che (siamo a pagina 29): “è stata inviata tutta la documentazione al comune di Montecilfone: planimetria, la pianta prospettica, la relazione tecnica e geologica e la richiesta per ottenere la concessione di un suolo pubblico di proprietà del comune ai margini del bosco di Coriundoli per la realizzazione della Grotta all’aperto, salvaguardando e perseverando la bellezza dell’ambiente boschivo”.

E conclude: “La Madonna di Lourdes benedice tutti i fondatori, i volontari e i benefattori che entreranno a far parte della storia della piccola Lourdes di Corundoli e saranno continuamente informati della amministrazione sulle entrate e sulle uscite di spese”.

A questo punto non resta che aggiungere una sola cosa: “Amen!”.

Giovanni Perilli  

redazione@termolionline.it

Più informazioni su