vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Amministrazione favorevole all'istituto omnicomprensivo "Ridolfi-Zimarino"

Più informazioni su

SCERNI. Il sindaco di Scerni Giuseppe Pomponio in una lettera all’assessore regionale alle politiche agricole Dino Pepe, all’assessore regionale all’istruzione Marinella Sclocco ed al presidente della regione Luciano d’Alfonso,dichiara che l’amministrazione è pienamente favorevole e rimane ferma su quanto deliberato dagli uffici regionali scolastici nell’istituire a partire dall’anno appena iniziato, l’omnicomprensivo “Ridolfi-Zimarino”, per il bene ed il futuro sia della storica scuola adriatica, e in generale, dell’istruzione nel nostro comprensorio. 

“La scelta e l’istituzione dell’omnicomprensivo dell’Istituto tecnico Agrario con le scuole di ogni ordine e grado dei comuni di Scerni, Casalbordino, Pollutri e Villalfonsina avanzata e proposta, dopo innumerevoli incontri presso la Provincia e la stessa Regione Abruzzo. “La scelta –spiega il primo cittadino- si basa sulla realizzazione di un polo scolastico in un vasto territorio dove è fiorente l’imprenditoria agricola, vitivinicola e sono nate importanti e rinnovate strutture turistiche nonostante il decentramento demografico. Oggi sarebbe quindi un grave errore di lungimiranza politica ed economica penalizzare un istituto storico, come il “Ridolfi”, che da ben 135 anni foma tecnici e gli operatori del settore agrario, unico nella Provincia di Chieti e tale da soddisfare il nuovo binomio:scuola-lavoro.

L’agricoltura rappresenta, sempre più un settore economicamente strategico e rilevante per la provincia di Chieti e per l’intera regione Abruzzo e l’Agrario di Scerni nel tempo ha assunto un ruolo di risorsa territoriale fondamentale grazie alla sua capacità di tenuta e di sviluppo. La nascita dell’Istituto omnicomprensivo, soluzione molto diffusa-continua il sindaco- nel territorio nazionale, ha coinvolto tutti gli Enti preposti e l’Autorità scolastica regionale e comprendee le scuole dei Comuni limitrofi, sulla base della legislazione vigente, con senso di responsabilità, lungimiranza e attenzione alle esigenze delle comunità locali del territorio.

Mi preme inoltre rimarcare che la dislocazione della dirigenza scolastica e dell’ufficio amministrativo legate alla particolare complessità di tale scuola cui ho già accennato e l’accoglienza nel convitto di numerosi alunni provenienti dal Molise e dalla Puglia. Pertanto una malaugurata perdita della presidenza comprometterebbe gravemente la possibilità di gestire correttamente una istituzione con evidenti particolarità e garantire alla relativa scuola una popolazione scolastica numericamente sufficiente rispetto ai parametri di legge”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su