vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I dipendenti del San Francesco senza stipendi: la denuncia dei sindacati

Più informazioni su

VASTO. I dipendenti del San Francesco senza stipendi: la denuncia dei  sindacati:
“In queste ore alcuni centri di riabilitazione, della provincia di Chieti e del territorio regionale, hanno comunicato ai lavoratori loro dipendenti l’impossibilita’ di pagare gli stipendi. Tra queste aziende c’è il San Francesco di Vasto marina,la quale tramite il suo direttore padre franco berti,ha comunicato che non paghera’ lo stipendio del mese di agosto ad i suoi dipendenti,presenti in vari centri della regione Abruzzo, perchè alcune asl, sia della regione Abruzzo che extra regionali, non pagano le fatture contabilizzate,rese per le prestazioni in convenzione.  Stessa sorte viene riservata ai centri ambulatoriali del Sanstefar presenti su tutto il territorio  regionale.  L’amministratore Leo Di Nicola ha comunicato che i lavoratori avranno solo un anticipo del loro stipendio, considerando che i lavoratori ad oggi hanno il part time, ciò che avranno in busta paga sarà sufficiente per sopravvivere solo alcuni giorni.  Il problema complessivamente interessera’ tra le aziende citate, un alto numero di lavoratori, circa 600 persone, con tutti i drammi familiari che ne conseguono. A tutto questo si aggiunge la richiesta da parte della fondazione Santa Caterina di Francavilla, anch’essa operatrice della riabilitazione, di proporre a tutti i suoi dipendenti contratti di solidarietà per l’impossibilità di mantere i livelli occupazionali dopo i tagli indiscriminati effettuati dal precedente commissario alla sanità Gianni Chiodi, che con vari decreti commissariali ha ridotto la spesa per la riabilitazione. (vedi decreto 51/2013).  Tutto cio’ sta determinando un grave problema ai cittadini che hanno bisogno di cure riabilitative ed ai lavoratori della sanita’ privata, che oggi non avranno lo stipendio e domani probabilmente resteranno senza lavoro. Per scongiurare di rivivere esperienze passate, con l’espulsione dal mondo del lavoro di centinaia di lavoratori, chiediamo al presidente della regione, Luciano D’Alfonso, ed all’assessore alla sanità, Silvio Paolucci, di non continuare sulle tracce della passata giunta chiodi, ma di mettere in campo tutte le misure necessarie a salvaguardare, da una parte la salute dei cittadini più deboli,che hanno estremo bisogno di cure riabilitative, e dall’altra i livelli occupazionali”. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su