vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il bilancio dell'operazione "Mare sicuro 2014" della Capitaneria di Porto

Più informazioni su

VASTO. Il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ha disposto l’Operazione Mare Sicuro 2014 su tutti gli 8.000 chilometri della costa italiana a partire dal 23 giugno scorso e per tutta la stagione estiva al fine di implementare/potenziare i servizi resi e finalizzati alla salvaguardia della vita umana in mare,  a tutela dell’ambiente e della libera fruizione e sicura delle spiagge.

Per ciò che concerne l’area di giurisdizione del Compartimento Marittimo di Ortona – estesa dal confine nord di Francavilla al Mare fino al litorale di Petacciato Marina, per un totale di 72 km di costa prospiciente i comuni di Francavilla al Mare, Ortona, San Vito, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Torino di Sangro, Casalbordino, Vasto, San Salvo –  il bilancio dell’operazione delle attività condotte dagli uomini agli ordini del Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Nicola ATTANASIO, è senza dubbio positivo.
Numerose sono state le attività poste in essere nell’ambito dell’attività di coordinamento su tutto il territorio costiero della provincia di Chieti,  che ha visto impiegati nella corrente stagione estiva 4 mezzi navali dipendenti e, segnatamente, la Motovedetta SAR CP885, la Motovedetta  CP 576, la Motovedetta  CP 517 ed il battello B14, le ultime due dislocate nel porto di Vasto.
Sei sono stati inoltre i mezzi terrestri quotidianamente destinati ai controlli via terra, espletati complessivamente da oltre 30 militari dedicati all’attività di vigilanza demaniale marittima, tutti abilitati al salvataggio in mare,  con un impiego giornaliero di circa 10 militari.
In mare sono stati effettuati circa 4.400 controlli sul diporto, sulla pesca e ambiente ponendo particolare attenzione nel rispetto delle Ordinanze sulla Sicurezza Balneare delle Capitanerie di Ortona e Vasto.

In tale quadro si è osservata una sensibile riduzione degli illeciti amministrativi. Particolarmente utile, in tal senso, l’attività di prevenzione posta in essere nella fase preparatoria alla stagione balneare anche attraverso la diffusione,  a ciascun stabilimento balneare,  di una check-list di auto controllo predisposta quale contributo al corretto andamento delle attività dei gestori dei lidi balneari nonché i numerosi incontri coordinati da questa Capitaneria, in particolare in occasione della “Giornata della Sicurezza in Mare” organizzata in due giorni nei comuni di Francavilla e Ortona, “Papà ti Salvo Io” nel comune di Francavilla al Mare, le “Nuotate Ecologiche” organizzate nei comuni di Ortona e San Vito, l’esercitazione di salvamento con unità cinofile tenutasi presso la stabilimento balneare “La Riccetta” di Ortona.

Nello stesso quadro di attività preventiva e in ossequio alla direttiva del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, anche per quest’anno è stata riproposta la campagna di sensibilizzazione dei c.d. “Bollini Blu” (complessivi n. 136 rilasciati).

Tale attività è consistita in controlli preventivi estesi alle  dotazioni di sicurezza ed alla regolarità della pertinente documentazione nautica che,  ove abbiano avuto esito positivo,  hanno determinato il rilascio del citato bollino Blu soddisfando in tal modo l’utenza diportistica che ha potuto godere di una sorta di  “alleggerimento” da ulteriori controlli di polizia in mare.

           I mezzi nautici della Guardia Costiera hanno portato a termine 15 operazioni di ricerca e soccorso a favore di 21 persone e di 10 unità navali in difficoltà. Gli interventi hanno preso origine nella maggior parte dei casi a seguito di chiamate pervenute al numero blu 1530.

Di particolare rilievo l’attività svolta  a protezione della fauna marina che hanno visto il recente salvataggio, coordinato dal Comando della Capitaneria di Porto di  Ortona,  di 4 dei sette capodogli spiaggiati  tra le località Punta Penna   e Punta Aderci del comune di Vasto. Tale attività è stata senz’altro un successo nonostante le iniziali previsioni sfavorevoli formulate dai competenti servizi di protezione cetacei.

Nel periodo in esame si è osservata una generale diminuzione dei comportamenti illeciti che tuttavia ha complessivamente generato n. 2 notizie di reato e 51 contestazioni per illeciti amministrativi per un totale complessivo di circa € 15.000.

E’ stato attivato anche quest’anno lo “Sportello Estivo” con lo scopo di garantire la necessaria informazione e assistenza all’utenza anche nelle giornate festive in materia di diporto, pesca, gente di mare e patenti nautiche. E’ stato impiegato personale dedicato che ha assicurato il servizio di apertura degli uffici al pubblico fino alle ore 20 di tutti i giorni festivi e feriali. Tutti i comuni costieri hanno provveduto ad attivare nei tratti di spiaggia libera maggiormente frequentati un servizio di salvataggio dedicato in collegamento con la Sala Operativa della Guardia Costiera. Nei tratti ove ciò non è stato possibile le stesse Autorità civiche hanno provveduto ad apporre i previsti cartelli informativi.

Durante il “ponte” di Ferragosto, soprattutto nei giorni 14, 15 e 16, al personale della Guardia Costiera è stato richiesto un ulteriore sacrificio al fine di potenziare i servizi navali e terrestri al fine di assicurare la tranquillità di tutte le attività connesse alla balneazione.

redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su