vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Non ha un lavoro, la compagna minaccia di uccidersi. Domenico Cobea chiede aiuto al prefetto

Più informazioni su

VASTO – “Signor prefetto mi aiuti!”. E’ l’ultimo disperato appello di Domenico Cobea. L’uomo cerca da mesi inutilmente un lavoro.  Il Comune gli ha assegnato una casa e un sussidio (che però gli è stato rubato). Domenico Cobea ha bisogno di lavorare per mangiare e pagare le bollette. ” Sono disposto a fare tutto ma nessuno mi vuole e oggi ho ricevuto una bolletta di 90 euro, ma io non ho i soldi per pagarla. Io e la mia compagna siamo disperati”, dice Cobea. 
L’uomo ha deciso di chiedere aiuto al prefetto di Chieti, Fulvio Rocco De Marinis. ” Signor prefetto so che lei ha preso a cuore la sorte di tanti profughi che in questi giorni stanno arrivando nel Chietino”, dice Cobea. ” La prego mi aiuti. So che lei è una persona buona e sensibile. Mi aiuti a vivere. Anche io ho bisogno di mangiare. Non voglio regali. Non chiedo la carità. Voglio lavorare e guadagnare il necessario per vivere dignitosamente. 
La prego signor prefetto mi aiuti. Ho paura che la mia compagna compia qualche gesto estremo”, afferma Cobea. La donna ha infatti più volte espresso l’intenzione di compiere un gesto estremo. L’sos al prefetto è l’estremo tentativo dell’ex operaio di ritrovare la via per vivere dignitosamente. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su