vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Riciclo del denaro sporco acquistando con sovraprezzo i tagliandi vincenti dai giocatori

Più informazioni su

VASTO. Cresce ogni giorno il numero di persone che tenta la fortuna tra videopoker, slot-machine, lotterie e gratta e vinci. Cresce anche la richiesta, da parte di coloro che  riciclano denaro sporco,  acquistando i biglietti vincenti dai giocatori e pagando un sovraprezzo che va dal 5 al 10%,. Di fronte ad una crisi economica il gioco dovrebbe diminuire, invece curiosamente succede il contrario. È vero che gli italiani sono “malati” di gioco, è pur vero che la crescita dei volumi non è proporzionale all’aumento del reddito medio ed è evidente che quei soldi vengono da altre provviste.

Nei momenti di crisi tanti invocano la consolazione della dea bendata e affollano le ricevitorie. Ma tutti gli analisti credono che in quel fatturato cresciuto ci siano i soldi dell’economia sommersa. Nelle sale scommesse ci si imbatte in casalinghe, pensionati ma soprattutto commercianti e professionisti in giacca e cravatta, alla disperata ricerca di un tagliando da esibire in caso di accertamenti fiscali o di indagini. Basta anche solo una fotocopia della schedina, perché le giocate sono sempre anonime.

Somme non sempre elevate ma che bastano per dimostrare, in caso di controlli, la provenienza di quel denaro in eccesso.  Con un ricevitore compiacente, il sistema è ancora più semplice. Chissà se anche a Vasto si è diffuso lo stesso fenomeno?

redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su