vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L'ultima foto di Duilio prima della gara "Ci siamo scambiati il cinque al giro di boa"

Più informazioni su

ATESSA. Una foto di rito come tante che vengono scattate tra i podisti prima o dopo una gara, l’ultima invece quella di questa mattina per Duilio Fornarola, morto durante una gara a Pescara. “Questa foto –ha scritto Giovina Scioletti sul social network facebook-  l’abbiamo fatta stamattina alle ore 9. Ero lì accanto a te fino al tuo ultimo saluto. Eri splendente come il sole questa mattina. Sei nel mio cuore dal primo giorno che ci siamo conosciuti, a New york, era il 5 novembre 2011. Da quel giorno il mio mito. Ciao Duilio”.

Amareggiato per la perdita dell’amico e compagno di corse è Pasquale Tieri il medico di Tornareccio che da tempo insieme a Duilio partecipava alle competizioni sul territorio regionale ma soprattutto alla maratona di New York. Accorato, Pasquale Tieri non riesce quasi a credere a ciò che è successo.

“Sono stato con lui questa mattina a Pescara alla gara, al giro di boa ci siamo scambiati anche il cinque. Spesso veniva in macchina con me, ma questa mattina è stato accompagnato da un’altra persona. Mi dispiace tanto per quanto accaduto, ma sono sicuro che sia contento di essere morto durante una gara. Recentemente -continua Pasquale Tieri- durante un’intervista aveva dichiarato che se avesse avuto la possibilità di scegliere dove morire avrebbe senza dubbio scelto il campo di battaglia. Morire sulla strada correndo”.

A confermare questa volontà è anche il figlio Mario Fornarola. Duilio oltre ad un incallito corridore era anche uno scrittore, qualche anno fa aveva pubblicato un libro dedicato alla sua terra, “Atessa e la sua gente”. Era anche poeta. Tra le sue poesie “Il maratoneta” ed una dedicata a Giovina, l’architetto insieme a lui nell’ultima foto prima della gara.

Alla moglie ed ai figli Mario ed Irma le più sentite condoglianze anche dalla redazione di vastoweb.

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su