vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Slittamento pagamenti al dieci del mese, i pensionati non ci stanno

Più informazioni su

VASTO. Slitterà dal primo al giorno 10 di ogni mese il pagamento delle pensioni. La norma, prevista dal disegno di Legge di Stabilità, scatterebbe dal primo gennaio 2015 con l’obiettivo di «razionalizzare ed uniformare le procedure e i tempi di pagamento delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Inps». Il pagamento slitta al giorno successivo se il 10 del mese è festivo o non bancabile. Lo stesso articolo prevede anche una stretta delle norme nel caso di pagamento della pensione ad un defunto con l’obiettivo di evitare possibili frodi. La norma, quindi, richiede che sia previsto l’invio telematico all’Inps del certificato di decesso da parte del medico che accerta la morte e l’obbligo di restituzione da parte della banca degli eventuali importi già accreditati.

A contestare la norma non sono solo i sindacati ma soprattutto i cittadini che  utilizzano la pensione per pagare spese fisse come l’affitto, che scade solitamente il 5 di ogni mese.

Non condivide la norma anche la signora Maria, 64 anni, con una pensione di 700 euro al mese. “Sono vedova –ha dichiarato la donna- pago 350 euro di affitto e con me vive mio figlio che ha perso il lavoro. Arrivare a fine mese con questa ennesima mazzata diventerà impossibile. Sono sempre stata puntuale nei pagamenti ma sarà complicato continuare a farlo. Capita sempre più spesso di finire i soldi prima dell’arrivo del mese successivo nonostante cerco di prestare molta attenzione alle spese superflue. Così non riusciamo ad andare avanti”.

Stessa opinione anche per un’altra pensionata, Grazia 71 anni. “Non sanno più cosa inventarsi, non si rendono conto. Non capiscono i problemi che deve afrontare un povero disgraziato”

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su