vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La risposta di Menna a Comparelli: sulle accuse di sperpero di denaro e trasparenza

Più informazioni su

VASTO. “Qualche giorno fa- ha dichiarato Ivo Menna dell’associazione Cineocchio- Stefano Comparelli, in un suo lunghissimo intervento pubblicato da siti web e carta stampata, nell’atto di attaccare e denunciare l’amministrazione di Vasto e l’assessore Sputore, a proposito di trasparenza e sperpero di denaro pubblico del settore Turismo e cultura, pur non citando il mio nome e cognome, – Menna Ivo presidente della associazione il Cineocchio, – nel suo livoroso e confuso argomentare, mi descrive come:“strillone da strada, eterno candidato mai eletto, in passato sempre pronto a denunciare le mangiatoie politiche, “storico” urlatore di Piazza, virtuale e non, sempre pronto ad attenzionare i “Banchetti” degli Amministratori locali del passato e che adesso si aggira per piazza Rossetti a voce fioca e testa bassa. Tace forse perché il banchetto si è allungato e si è aggiunto qualche posto a tavola? Certo -conclude Comparelli- lo si può comprendere. D’altra parte è risaputo…“quando si mangia non si urla… perché c’è il rischio di rimanere soffocati””. Mi descrive come un commensale al banchetto della spartizione dei contributi che il Comune eroga a quelle associazioni che presentano e promuovono eventi musicali e culturali; mi paragona addirittura alla “cricca politica” dei Bellafronte, degli Oliva, e qualche altro beneficato, facendomi apparire come uno che prende centinaia di migliaia di euro.

Sara’ smentito dalle delibere che il Comune pubblica e che io stesso pubblichero’ di seguito a proposito della Rassegna di Via Adriatica organizzata come associazione e che a fronte di 9 concerti estivi di elevato spessore culturale, novita’ assoluta per la citta’ di Vasto, che vede frequentata e valorizzata, grazie alla determinazione, prima politica, per la difesa e la tutela dal degrado, dal dissesto idrogeologico, dalla congestione veicolare, e  con lotte durissime, dove mai ho avvertito la presenza del buon Comparelli, intento invece a celebrare i fasti del centro destra in un tempo in cui Alleanza Nazionale e Forza Italia dominavano il potere politico a Casalbordino con il sindaco Maria Teresa Celano; a Vasto con Peppino Tagliente e poi Filippo Pietrocola; a Chieti con Mauro Febbo; alla Regione con Pace e Massimo Desiati: tutti di Alleanza nazionale, come d’altronde lui sodale con questo potere.  E quale potere e quanto potere!. 

E mentre lui organizzava da solo i grandi eventi in questi paesi e citta’,- senza mai presentarsi in lista politica, ma agendo nel cono d’ombra -,  il  Cineocchio esportava cultura musicale nei centri minori con le grandi orchestre sinfoniche dove si eseguivano le sinfonie classiche, e la canzone d’autore (Giorgio Conte, Max Manfredi, G.M: Testa, Locasciulli, R. Tesi, B.Lauzi, Moni Ovadia, M. Gazich  e tanti altri come  i cantautori americani a costi non di mercato).  
La sua ironia sull’ “eterno candidato mai eletto” : e’ vero! Mai eletto! Infatti quando lui spadroneggiava monopolisticamente con i suoi sodali, Ivo Menna politico si batteva contro:
1. La svendita ai privati dei Palazzi Scolastici,
2. La svendita dell’area ex ONMI regalata a Strever da Filippo Pietrocola,
3. Antenne deregolamentate dal decreto Gasparri e Marzano,
4. Dissesto idrogeologico di Via Adriatica (zona ora archeologica e luogo di recuperata memoria della città)
5. Parcheggio multipiano,
6. La trasformazione dell’area della villa comunale da Ex Hotel Jolli a nuove residenze private,
7. Contro ogni scelta operata da qualunque amministrazione di centro destra e centro sinistra.
Quest’ultimo raggruppamento politico conosce le critiche forti e severe che da anni esercito per le loro scelte anche culturali. Per questo non saro’mai eletto.  Mai!
E stia tranquillo che Piazza Rossetti scarsamente frequentata dal simpatico Comparelli (lui non lo vediamo poiche’ si e’ trasferito nella nuova chiesa cattolica di Santa Maria del sabato santo,  lontano dal centro, con impegno da insegnante di tennis tavolo)   
Intanto Pubblico la Det. n. 75 del 6 agosto 2014 di euro 13.000,00. Contributo comunale a fronte dei 9 concerti della Rassegna Musicale di Via Adriatica. Da questi contributi  l’associazione ha pagato la Siae ( 1.200 euro, Service tecnico 3.400 euro, 1.200 ospitalita’artisti,  tutto il restante pagamento artisti).
Siamo in attesa di conoscere da Comparelli le determine e gli importi dei contributi incassati da Casalbordino, da Vasto, da Chieti, dalla Regione”.

redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su