vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Garanzia Giovani approda a Vasto, in Abruzzo sono 9.305 i giovani iscritti

Più informazioni su

VASTO. E’ programma per oggi alle 17.30 nella pinacoteca di Palazzo d’Avalos a Vasto il convegno “Garanzia Giovani”. L’iniziativa promossa dal Municipio della Città del Vasto, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Vasto e con l’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Chieti.

Garanzia Giovani è il programma europeo a favore dell’occupazione giovanile rivolto a giovani di età compresa tra i 15 e 29 anni, disoccupati e residenti in Italia, non impegnati in un’attività lavorativa né inseriti in corsi scolastici o formativi, e alle aziende che, beneficiando delle agevolazioni previste dalla Regione, possono investire sui giovani offrendo loro opportunità di lavoro.

L’incontro prevede gli interventi del Sindaco di Vasto Luciano Lapenna, dell’Assessore regionale alle Politiche Attive del Lavoro Marinella Sclocco e del Consigliere comunale Antonio Del Casale.

 Dal 1° maggio 2014 è stata attivata la Garanzia Giovani (Youth Guarantee, YG), consentendo ai beneficiari di “prenotare” il “portafoglio servizi” connesso alla misura; ciò attraverso i portali istituiti dalle singole Regioni. Questa misura è prevista all’interno del bilancio comunitario ed è diretta a intervenire immediatamente in favore dei giovani colpiti dalla crisi occupazionale.

L’iniziativa prevede uno stanziamento economico di 8 miliardi di euro di cui 6 da utilizzare subito nel biennio 2014-2015. In sostanza si tratta di un’occasione da non mancare, anche per rivitalizzare la rete italiana mista dei servizi per il lavoro.
Nove misure potranno essere offerte al giovane e vale a dire: la presa in carico e il primo orientamento al lavoro; un servizio di accompagnamento; un lavoro, eventualmente accompagnato da un bonus occupazionale per l’impresa; un contratto di apprendistato, anche da svolgersi all’estero con il supporto della rete Eures; un periodo di tirocinio accompagnato o meno da una borsa di tirocinio; un’esperienza di servizio civile retribuito; forme di inserimento o reinserimento in un percorso di formazione professionale o istruzione per completare gli studi o specializzarsi professionalmente mediante anche il conseguimento di una successiva qualifica professionale; forme di accompagnamento a percorsi di start-up d’impresa ed, infine, interventi finalizzati a favorire la mobilità transnazionale. 

A seguito dell’approvazione del Piano nazionale, con il decreto direttoriale n. 404 del 4 aprile 2014 sono state suddivise le risorse disponibili tra le Regioni, sulla base della dimensione locale dei disoccupati under 25. La ripartizione delle risorse in Abruzzo è di 31.200 euro. 

Il piano GG prevede che entro i due mesi dalla registrazione all’iniziativa il giovane sia contattato dal Servizio Competente (pubblico o privato) per un colloquio di accoglienza e di orientamento (cd. “presa in carico”) a cui seguirà entro i successivi 4 mesi la proposta di una azione/misura di supporto e integrazione nel mercato del lavoro tra quelle previste nel Piano. Sono iniziate le attività di “presa in carico” dei giovani registrati: 17.695 sono stati già chiamati dai servizi per il lavoro per il primo colloquio e la profilazione e tra questi 6.907 hanno già ricevuto il primo colloquio di orientamento. I giovani che hanno scelto l’Abruzzo per le proprie adesioni
sono 9.305  ovvero il 2,9%.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su