vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La rotonda della discordia, auto bloccate all'ingresso e all'uscita dalle scuole

Più informazioni su

VASTO. La realizzazione di due rotonde a Vasto sta animando il dibattito tra i cittadini che si dividono tra quelli favorevoli e quelli contrari. Neanche a dirlo però il numero dei contrari sembra essere maggiore. Sul profilo facebook di “Sei di Vasto se” la pubblicazione della foto, di Francesca Miletti, in cui viene immortalata la lunga coda di auto in attesa di percorrere l’arteria dove si trova il rondò, ha scatenato i commenti di oltre quaranta persone. Ognuno ha espresso la propria opinione manifestando approvazione o dissenso per l’opera.

C’è chi scrive rispondendo a chi difende la rotatoria  e invita a guardarne il lato positivo :“Il lato positivo è che da via Giulio Cesare a via Sant’Antonio Abate, alle 13.00 impiego 25 minuti”. Qualcun altro invece dice “All’uscita delle scuole la fila arriva fino alla rotonda che rimane bloccata. Il bello è che nemmeno l’hanno lasciata in prova come fanno di solito”. E poi c’è anche chi sostiene che la rotonda non dimezza il traffico, impedisce ai Nuvolari di fare i piloti di formula uno e di sorpassare le auto ferme al vecchio semaforo, per girare a via Valloncello ogni volta sembrava di fare il gioco del coraggio con chi ti stava di fronte”.

 Insomma opinioni diverse e contrastanti. Quasi tutti i vastesi però sono concordi nel non condividere la scelta dell’amministrazione comunale di realizzare spartitraffico e rotonda tra via Tobruk, via Vittorio Veneto, via San Michele e Corso Nuova Italia. “Ma ci si rende conto –dice un cittadino-anche della mostruosità alla fine di corso Italia? Ma perché si sta facendo una cosa così stupida? Non ci sono mai soldi per nulla in questa città, ma per tali schifezze non mancano mai”.

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su