vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Un grande messaggio d’amore per ricordare Giulia Grifone. “Sempre nei nostri cuori“

Più informazioni su

VASTO – “E’ scomparsa il sorriso di via Canaccio”. Così l’architetto Francesco Paolo D’Adamo ha commentato la morte di Giulia Grifone, l’orafa morta in un tragico incidente in Kenia. Sul cancello del laboratorio orafo in via Canaccio c’è un cartello: “Chiuso per ferie dal 14 al 22 novembre”. 
“Quando Giulia ha sistemato questo cartello all’ingresso del suo locale era felicissima”, raccontano i negozianti della zona. Nessuno vuole crederci. Giulia Grifone è morta durante il safari in Kenya che aveva tanto sognato. I familiari sono sconvolti.” Quante cose abbiamo combinato da piccole. Quanti ricordi. Faranno sempre parte della mia vita” scrive su facebook la sorella, Sabrina Grifone. All’Istituto Statale d’arte sono in tanti a ricordarsi di Giulia e del suo sorriso. Addolorati anche gli amici dello staff Keste Terre Mission, associazione con finalità di solidarietà sociale. Non è minore il dolore delle amiche e degli amici che vivono a Montenero di Bisaccia. Alcuni parenti che vivono nel paese natio di Giulia stanno cercando di capire cosa sia effettivamente accaduto durante il safari. “Abbiamo delle notizie molto frammentarie” hanno commentato con amarezza. 
“Stiamo cercando di sapere qualcosa di più, ma non è facile. Siamo sconvolti”. E intanto per ricordare Giulia gli amici hanno realizzato un manifesto : tre scatti che riproducono l’orafa al lavoro e il suo indimenticabile sorriso , un grande cuore rosso e la scritta “Sempre nei nostri cuori”, Firmato le amiche di via Canaccio. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su