vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Controlli mirati sui prodotti in prossimità del Natale dei NAS e NAC

Più informazioni su

In prossimità del Natale, i NAS (Nuclei Antisofisticazioni e Sanità) e i NAC (Nuclei Antifrodi Carabinieri) hanno attivato in stretta collaborazione, su tutto il territorio nazionale, dei controlli mirati sia sulla sicurezza alimentare, prerogativa dei NAS, che sulla qualità, compito specifico dei NAC. Negli ultimi 20 giorni, i Carabinieri hanno posto sotto osservazione industrie di prodotti dolciari, pasticcerie, mercati ortofrutticoli ed ittici, depositi alimentari e caseifici. In tale quadro sono state eseguite oltre 2000 ispezioni – più di 100 al giorno – rilevando irregolarità nel 20% delle strutture controllate, accertando 600 violazioni alle normative nazionali e comunitarie, segnalando oltre 650 persone alle Autorità Giudiziarie e Amministrative ed elevando sanzioni amministrative per 670 mila euro. I controlli hanno portato anche al sequestro di 56 tra strutture, stabilimenti, depositi alimenti e laboratori. L’attività svolta ha consentito, inoltre, di individuare e sottrarre al consumo oltre 60 tonnellate di alimenti, tra cui 30 mila Kg di prodotti di pasticceria e dolciari e 1000 Kg di prodotti ittici di ignota provenienza, in cattive condizioni igienico-sanitarie, stoccati in ambienti inadeguati, con date di scadenza superate o venduti come produzione artigianale pur essendo industriali. In particolare: A Salerno, presso un deposito alimentare i Carabinieri hanno sequestrato 180 quintali di prodotti dolciari (per un valore di 400 mila euro) tra cui pacchi di cioccolata e caramelle con date di scadenze ampiamente superate anche dal 2007, i cui singoli pezzi – non riportanti l’indicazione della data di scadenza oppure rimossa- sarebbero stati utilizzati per riempire le calze dell’epifania da vendere sui banchi ambulanti. All’interno della stessa struttura era stato allestito un laboratorio abusivo, privo dei requisiti igienico-strutturali, in cui veniva rinvenuta frutta secca, in particolare fichi in decomposizione ed invasi da parassiti, lavorata con cioccolata contenuta in grandi bidoni  redazione@vastoweb.com

Più informazioni su