vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Soldi tolti al Porto, Sigismondi replica a Camillo D’Alessandro

Più informazioni su

VASTO. “Una toppa peggiore del buco quella che cerca di mettere l’esimio Consigliere regionale Camillo D’Alessandro.” La definisce così, Etelwardo Sigismondi, Consigliere comunale di Fratelli d’Italia-An, la risposta del Consigliere regionale del Pd alla sua denuncia di sottrazione, da parte della Regione Abruzzo, di fondi destinati al Porto di Vasto per pagare la partecipazione della Regione ad Expo 2015.

 

“Purtroppo – ha spiegato il Consigliere vastese di minoranza – non c’è nessuna bufala natalizia nella mia denuncia, poiché  la sottrazione di 400 mila euro al Porto di Vasto è reale e fa male ad un territorio che da anni è oggetto di continue penalizzazioni. L’esimio Sottosegretario al nulla, se avesse avuto il buon senso di informarsi, prima di avventurarsi in farneticanti comunicati stampa, si sarebbe accorto che la mia denuncia è giunta durante un Consiglio comunale alla presenza dell’Assessore regionale Silvio Paolucci, di  tutta l’Amministrazione comunale vastese a guida Pd e senza che alcuno avesse a confutare le mie dichiarazioni. Perché? Forse ero l’unico in quel momento ad aver letto le carte? Forse le mie dichiarazioni erano vere? O forse anche loro svolgono male il loro mestiere? E quando i ‘cattivoni’ del centrodestra approvavano la delibera sullo storno dei soldi dal Porto di Vasto, perché  il Consigliere D’Alessandro, ai tempi valoroso Capogruppo del partito di Renzi in Regione, non è intervenuto con la medesima solerzia con cui oggi difende l’operato della Giunta D’Alfonso, per tutelare le ragioni del territorio del Vastese? Forse il buon Camillo non leggeva e non studiava le carte? Ad un Consigliere comunale – ha proseguito Sigismondi – può sfuggire una delibera di un altro Ente, ma ad un Consigliere regionale,  lautamente remunerato per la funzione, non può accadere, e se accade questo, si evince una grave e sonora inadeguatezza al ruolo. Ai cittadini non interessa il solito e odioso  giochetto del  rimpallo di responsabilità messo in scena da D’Alessandro. La determina della giunta D’Alfonso – ha spiegato il Consigliere di Fratelli d’Italia-An – conferma e dà esecutività allo scippo dei fondi per il Porto di Vasto, evidenziando una preoccupante continuità amministrativa di penalizzazione del Vastese. Con l’attuale Governo regionale, il tanto sbandierato cambio di rotta non c’è stato, e il purgatorio del Vastese continua inesorabile. Ulteriore riprova di ciò, la revoca, da parte della Giunta D’Alfonso, dello stanziamento di 700mila euro di fondi europei per ‘Lavori di adeguamento alle norme di sicurezza e alle norme Coni del campo di calcio comunale 167’ o le parole poco chiare sulla realizzazione della sala emodinamica nell’Ospedale di Vasto pronunciate dall’’Assessore Paolucci. Ci rassicuri adesso, invece, Lei, illustre Sottosegretario, circa la permanenza dei fondi sul territorio del Vastese. E per Natale, caro D’Alessandro – ha concluso Etelwardo Sigismondi – a me il carbone…di zucchero; a Lei la cenere, quella vera, per cospargersi il capo. Buon Natale.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su