vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Le analisi degli atleti consultabili on line: gli Orange Blue per un ciclismo più pulito

Più informazioni su

I controlli antidoping organizzati dalla WADA, organizzazione mondiale Antidoping e sviluppati anche grazie al protocollo di controlli a sorpresa ADAMS, sono la garanzia di un ciclismo sempre più pulito. La bontà del protocollo, la chiarezza con cui vengono riportati i dati agli atleti e la grande disponibilità degli atleti (che rendono noti nella piattaforma ADAMS tutti i loro spostamenti e si rendono disponibili a controlli e analisi ogni giorno dalle 6 alle 23) sono elementi importanti da mettere in risalto e possono rappresentare un indice di chiarezza unica nel mondo. Per questo la NIPPO Vini Fantini De Rosa ha scelto di essere la prima a dedicarsi ad un’operazione di trasparenza senza precedenti nel panorama del ciclismo internazionale.  Dal  1° febbraio 2015, tutti i dati di Gennaio dei ciclisti del team della #MontagnaBlu, sono pubblici e consultabili da chiunque: basta connettersi a www.nippovinifantini.com, sezione atleti, lasciare le proprie credenziali e loggarsi. A quel punto, di ogni corridore, sarà possibile consultare la scheda mensile di reperibilità offerta, le date di controlli a sorpresa ricevuti (se ricevuti) e i relativi dati, di ogni singolo controllo cui sono stati sottoposti. Questa procedura, verrà seguita ogni mese, dando quindi massima evidenza a ogni dettaglio del Passaporto Biologico. 
“I dati vengono pubblicati direttamente dai ciclisti – spiega il General Manager del team Francesco Pelosi – ma non vengono editati sul sito, bensì vengono caricati gli screen-shot (fotografie dello schermo del proprio computer) del portale ufficiale dell’ADAMS a cui gli atleti accedono per consultare i risultati delle analisi svolte e per aggiornare la loro reperibilità. Tutto nella massima trasparenza verso il pubblico di questo stupendo sport, con l’intenzione di supportare e rendere noto il lavoro fondamentale svolto dall’ADAMS stessa. Sappiamo di essere il primo team a lanciare questa innovazione, ma ci auguriamo che presto altri seguiranno il nostro esempio”. redazione@vastoweb.com

Più informazioni su