vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Un consigliere comunale minaccia di morte un collega

Più informazioni su

Da vecchio cronista ho avuto modo, nel corso degli anni, di seguire tantissime riunioni dei diversi Consigli Comunali che si sono avvicendati all’interno dell’aula consiliare. Ricordo persino il giorno in cui, per la prima volta nella sua storia, l’assise civica di Vasto si riunì nell’attuale Palazzo di Città in fase di completamento. Non potendo utilizzare la costruenda attuale sala consiliare, la riunione si svolse lungo il corridoio del primo piano del palazzo.
Ricordo anche quando la sala consiliare, ancora grezza, veniva usata come aula del Tribunale con una grande gabbia in ferro sistemata sul lato ovest.
Ricordo le maratone notturne con consiglieri comunali dotati di occhiali da sole che, per non farsi scoprire dal pubblico presente, facevano lunghi pisolini in aula. Ricordo interventi di ore (ndr: a quei tempi il regolamento consiliare lo consentiva) di consiglieri di minoranza che speravano di stancare ed esasperare i colleghi di maggioranza.
Ricordo invettive, urla, consiglieri sandwich, ventagli, bavagli, ecc. ecc..
Con l’arrivo in aula, qualche anno fa, di una pallottola trovata tra la posta indirizzata ad un consigliere comunale, pensavo si fosse raggiunto il top.
Mi sbagliavo.
Oggi, a Vasto, in Consiglio Comunale è andato in onda uno spettacolo davvero poco edificante.
Un consigliere di minoranza, in un momento di rabbia, è arrivato ad augurare la morte ad un collega della sua stessa area politica.
Preso dalla foga è andato oltre dicendogli: “tu non arriverai a 68 anni. Sarò io ad impedirtelo!”.
Cosa dovremo vedere ed ascoltare ancora?
Oso sperare nel buon senso ed in un gesto di riconciliazione.
Giuseppe Forte

Più informazioni su