vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Altri profughi in arrivo a Schiavi. Sconcerto e preoccupazione in paese

Più informazioni su

SCHIAVI DI ABRUZZO. A distanza di tre giorni dall’affissione di un manifesto che annunciava l’arrivo di nuovi profughi la cooperativa Matrix che gestisce il programma di accoglienza dei profughi nell’Alto Vastese ha messo il paese davanti al fatto compiuto. Lunedi notte scortati dai carabinieri sono arrivati in paese altri 18 profughi. ” Li fanno arrivare di notte come se dovessero difenderli da noi. Che amarezza. Noi siamo gente onesta e tranquilla. Non faremmo male ad una mosca noi. Non meritiamo questo trattamento da parte della prefettura. E’ ingiusto”, hanno protestato ieri alcuni cittadini amareggiati anche con il sindaco Luciano Peluso colpevole di essersi prestato al gioco. ” Manca solo che ci sfrattino da casa nostra”
Il sindaco Luciano Piluso aveva garantito che prima del 26 marzo non sarebbe arrivato in paese nessun altro profugo. « Come faremo a fidarci d’ora in poi?», chiedono i cittadini sentendosi presi in giro.
“È evidente che presto il numero di profughi crescerà ancora. Questo Piluso lo sapeva anche prima di illudere i cittadini. Non sono i profughi che danno fastidio ma le false promesse e la mancanza di rispetto degli accordi». La stessa annotazione era stata fatta qualche giorno fa dall’ ex consigliere regionale Paolo Palomba. «Non si può annunciare alla popolazione una cosa e poi fare l’esatto contrario.E’ mancanza di rispetto. La popolazione di Schiavi non lo merita».
I residenti ora sono sempre più diffidenti e iniziano a nutrire dubbi e perplessità anche sull’effetto che la presenza degli stranieri potrebbe avere sulla piccola comunità. Presto ai trentotto pakistani potrebbero unirsi altri quindici rifugiati politici e poi altri ancora fino ad arrivare a 70 come preannunciato qualche settimana fa. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su