vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Febbo: "Dalla Regione attendiamo ancora risorse e interventi per la frana d'Avalos"

Più informazioni su

VASTO – “Dopo circa un mese dalla frana della balconata di Palazzo D’Avalos è ancora tutto fermo al palo, non si riesce a capire l’ammontare del finanziamento promesso (€ 700,000) solo a parole, e ancora più grave, ad oggi, non risulta nessun atto ufficiale (delibera  e/o determina) da parte della Regione Abruzzo dove si possa evincere da quale programmazione attingere i fondi visto che le risorse sul bilancio corrente non ci sono. Mentre per altri interventi, vedi Villa Celiera e Torino di Sangro sempre urgenti ed indifferibili, sono state trovatie quantomeno indicazioni specifiche risultanti dall’intervento del Presidente D’Alfonso nell’ultimo Consiglio Regionale del 10 febbraio (pag.34 verbale)”. Questo il commento del Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo.

“Dal 24 gennaio scorso, giorno della frana, è stata prodotta solo una fumosa, osannata dal Sindaco Lapenna, delibera di Giunta n.54 del 27 gennaio – commenta Febbo – nella quale si evidenzia soltanto la gravità della situazione, il valore artistico e storico del Palazzo D’Avalos senza prevedere nemmeno un euro di stanziamento relativo all’emergenza che ha colpito la Città di Vasto. E’ incomprensibile – continua il consigliere regionale di Forza Italia – che la triste vicenda non sia stata ancora delineata, soprattutto in termini finanziari, ed è necessario cercare di capire se possono essere accelerate le procedure visto che tutta la documentazione risulta ancora in elaborazione presso gli uffici del Genio Civile, nonostante le rassicurazioni, sempre a chiacchiere dell’assessore Mazzocca. Pertanto – conclude Febbo – auspico che la Regione Abruzzo, magari spronata ed attenzionata anche dal Sindaco Lapenna quando tornerà dalla visita Australiana (!!!!), tenga fede agli annunci e alle promesse delle settimane  scorse , portando avanti in modo celere il percorso più efficace per mettere in atto tutte le azioni (e quindi risorse) necessarie a restituire ai vastesi un luogo dall’alto valore storico e culturale, nonché le famiglie degli immobili anch’esse interessate dalla frana.   

redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su