vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Caccia all’uomo. Un anno e 4 mesi di reclusione al protagonista

Più informazioni su

VASTO. Un anno e 4 mesi di reclusione e gli arresti domiciliari. E’ l’epilogo della rocambolesca fuga che tre mesi fa ebbe per protagonista M.C., 28 anni di origine romena. Dopo essere scappato ai carabinieri su suggerimento dei difensori, gli avvocati  Massimiliano Baccalà e Fiorenzo Cieri, si  costituì e venne  accompagnato in carcere con le accuse di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. Lo scorso fine settimana è comparso davanti al gup Capuozzo .E’ stato condannato alla pena di un anno e 4 mesi di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente, ed è stato assolto dall’accusa di ricettazione. Il romeno nel mese di novembre tenne la città con il fiato sospeso. Incappato in un posto di blocco dei carabinieri, i militari decisero di fermarlo  perchè il romeno non aveva la patente e il suo cellulare era risultato rubato. Mentre i carabinieri  perquisivano la sua casa. Il romeno cominciò ad agitarsi. Per evitare problemi i militari gli  bloccarono i polsi. Immaginando chissà quali conseguenze, l’uomo  spinse un carabiniere e  scappò con le manette ai polsi. Furono i suoi  avvocati a convincerlo a costituirsi. Alle 2 si presentò in caserma. L’atteggiamento remissivo non fu sufficiente ad evitargli il carcere. 

Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su