vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Omicidio di Vasto: oggi l'autopsia sul corpo della vittima

Più informazioni su

VASTO – La crisi economica e la mancanza di un lavoro. Sarebbe questa la causa del raptus che ha spinto  domenica sera Joseph Martella 56 anni, a strangolare Daniela Marchi,53 anni la donna con cui conviveva. “Un omicidio d’impeto”, così lo ha definito il vice questore Alessandro Di Blasio, fra i primi ad intervenire sul luogo del delitto insieme al 118  al sostituto procuratore Giancarlo Ciani e al medico legale Pietro Falco. Daniela è stata stragolata con un cavo elettrico di colore nero. Sulla gola della donna il medico legale ha trovato i segni inequivocabili dello strangolamento. ” Abbiamo trovato il cavo vicino al corpo della vittima supino accanto alla finestra della sala da pranzo. Martella ha spiegato che il cavo lo aveva preso lui dalla spazzatura. L’aveva gettato dopo averlo usato per dei lavoretti”, racconta Di Blasio.” I segni sul collo di Daniela Marchi sono proprio tipici dello strangolamento. Solo dopo l’autopsia in programma questa mattina al San Pio potrò essere più preciso”, dice il medico legale Pietro Falco.Gli investigatori hanno subito escluso il movente passionale. La gelosia questa volta non c’entra nulla.” Lo strangolamento pare essere  piuttosto la punta di un iceberg”, annota il vice questore Di Blasio. La coppia discuteva. Le liti erano aumentate dopo che a gennaio lui aveva deciso di lasciare il lavoro notturno in un bar di San Salvo. Le discussioni però a detta dei vicini non erano mai state violente. Domenica sera  sembrava una sera come tante. ” La casa era in ordine. La donna aveva anche lavato i piatti usati per la cena. Tutto deve essere successo dopo “, spiegano gli investigatori. Lui ha perso la testa. Un furia omicida si è impadronita di lui fino a fargli stringere il cappio attorno al collo di Daniela. La donna è stata aggredita di spalle. L’udienza di convalida dell’arresto dovrebbe esserci domani.    

Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su