vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dimissioni commissari: "La motivazione ci appare becero ostruzionismo politico"

Più informazioni su

VASTO. “In seguito alle dimissioni dalla Commissione di studio sul dissesto idrogeologico dei Consiglieri Desiati e D’Alessandro (e dei supplenti Bischia, Del Prete e Montemurro), specifichiamo – dichiarano i consiglieri comunali Paola Cianci, Simone Lembo e Mauro Del Piano- che alcuna Commissione era stata convocata in data 12 marzo 2015 dal Presidente Ing. Corrado Sabatini o dal segretario della commissione Ing. Luca Giammichele, come previsto dal Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.
Con l’approvazione del documento che istituiva tale Commissione ci siamo messi a disposizione per svolgere un lavoro di squadra insieme alle forze di opposizione. È evidente, però, che la strumentalizzazione politica anche questa volta vince su tutto, anche sulla volontà comune di approfondire la questione relativa alla situazione idrogeologica della nostra città, la quale dovrebbe essere prioritaria rispetto ai “dispetti politici” interni alle forze di opposizione.
Inoltre, abbiamo accolto con grande soddisfazione la notizia, dataci dall’Assessore Mazzocca in occasione del Convegno sul consumo del territorio di sabato scorso organizzato da Sel, dello stanziamento previsto dalla Regione Abruzzo di 320.000,00 euro per ricostruire e consolidare il muraglione di contenimento dei giardini di Palazzo d’Avalos. Riteniamo che sia inutile che queste informazioni una volta diramate, a livello regionale, dall’Assessore vengano portate prima all’attenzione della Commissione di studio di Vasto. La motivazione delle dimissioni dei suddetti Consiglieri ci appare, dunque, finalizzata ad un becero ostruzionismo politico.
Siamo disposti a continuare a lavorare con le forze di opposizione solo nella misura in cui questo studio di approfondimento sarà finalizzato a rappresentare un supporto al lavoro dei tecnici, già in essere, attraverso la proposizione di idee ed input e, non a mettere in scena un teatrino politico”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su