vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Coltivava 7 piante di cannabis: assolto. Riconosciuto l'uso personale

Più informazioni su

In data 18 marzo 2015 il Tribunale di Vasto, in composizione monocratica, ha pronunziato sentenza di assoluzione “perché il fatto non sussiste” in favore di M.A., trentenne vastese, ivi residente, così assolvendolo dall’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti.

 

I fatti risalgono all’anno 2012 allorquando, a seguito di una perquisizione ad opera della polizia giudiziaria nei pressi dell’abitazione del trentenne gli stessi rinvennero, all’interno del giardino di pertinenza del giovane 7 piante di cannabis dell’altezza di 130 cm, nonché 20 piantine della medesima specie dell’altezza di 10 cmciascuna.

 

Nelle immediatezze del fatto l’imputato venne arrestato e, successivamente, gli venne applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla p.g. 

 

Il Tribunale, seguendo la scia dell’ormai consolidato orientamento in materia così come enunciato della Suprema Corte di Cassazione ha accertato che la condotta, in concreto, non fosse offensiva escludendo la la sua pericolosità per quel che concerne la diffusività della sostanza drogante ottenibile dalla piantumazione ai fini della tutela della salute pubblica. E’ stato, in altri termini, recependo la tesi difensiva proposta, accertata la ricorrenza dell’ipotesi “della coltivazione per conclamato uso personale”. 

 

La pronunzia compare tra le poche in materia attesa la natura estremamente recente del citato orientamento giurisprudenziale, orientamento che giunge a seguito di importanti ed annosi contrasti giurisprudenziali in ordine alla esatta interpretazione e portata della condotta di “coltivazione di sostanze stupefacenti” .

Più informazioni su