vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scampati all’attentato di Tunisi. Paura per una comitiva del Vastese

Più informazioni su

VASTO – Salvi per caso. Non hanno sentito gli spari perchè avevano scelto una escursione, ma sulla nave della Msc crociere teatro di un attentato a Tunisi c’erano anche loro. Nel gruppo di persone partite  qualche giorno fa da Civitavecchia per una crociera di una settimana nel Mediterraneo c’erano anche due coppie dell’area  Vastese-Frentana: Irene Lalla e  il marito Giuseppe Di Giacomo  di Liscia, Angiolino Franchella e Sandra Iovannisci di San Buono ,Pasquale Napolano di Mozzagrogna. Insieme ad un gruppo di amici sono scampati al dramma per miracolo. ” Una casualità “,dice Angiolino Fanghella. ” L’escursione Tunisi-Museo  era affollata. Al punto che abbiamo optato per l’escursione Tunisi-Cartagine. E’ stata la nostra salvezza”, dichiara l’uomo. I quattro sono risaliti sulla nave due ore dopo l’attentato. ” Non ci siamo accorti subito di quello che era successo. Sono stati alcuni amici dall’Italia ad avvisarci. Sulla nave nessuno diceva niente. In Italia arrivavano invece notizie allarmanti. La figlia di un nostro amico ha cominciato a tempestarci di telefonate. Abbiamo appreso così quello che era successo  Tunisi”. L’attentato è costato la vita a 9 persone, 12 i feriti e sei i dispersi . La crociera si è trasformata per molti in un incubo. Anche se il personale della Msc ha fatto di tutto per  camuffare nell’ovattata atmosfera vacanziera l’attentato, il violento fuori programma ha provocato tanta angoscia fra i croceristi. ” Riuscire a capire cosa fosse accaduto non è stato facile. Abbiamo appreso molti particolari dagli amici e dai parenti che ci chiamavano per sapere come stavamo”, rcconta la comitiva abruzzese. La paura c’è stata anche se al momento della tragedia loro erano lontani dalla nave. Dopo l’attentato molti croceristi hanno deciso di interrompere la vacanza. La coppia di Liscia e i loro amici di Mozzagrogna hanno invece deciso di terminare il viaggio nel Mediterraneo.

Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su