vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vuole vedere la figlia e minaccia il suicidio con una pistola. Allontanato da San Salvo

Più informazioni su

SAN SALVO – Non poteva avvicinarsi alla figlia perché indagato per stalking. In un momento di disperazione qualche giorno fa ha raggiunto la scuola e mostrando una pistola giocattolo alla madre della piccola  ha minacciato di togliersi la vita. Un gesto irrazionale quello di un 59enne residente a San Salvo. La magistratura  ora ha ordinato  l’allontanamento dell’uomo dall’ Abruzzo e dal Molise. ” Il suo è stato un atto di disperazione. Il mio cliente ora chiede di fornire la propria versione dei fatti e spera di essere ascoltato prima possibile dal giudice”, afferma il suo legale. ” Quello che il mio cliente non sopportava era non poter vedere la figlia. A tal proposito è in corso una causa davanti al Tribunale di Vasto”,spiega l’avvocato. Qualche giorno fa però l’uomo ha agito d’istinto. Ha preso una pistola giocattolo, ha raggiunto al scuola della figlia e quando ha incontrato l’ex compagna ha tirato fuori l’arma minacciando di uccidersi. Poi si è allontanato. Spaventata la donna ha raccontato tutti ai carabinieri. Su disposizione della Procura i militari hanno suonato a casa del denunciato e perquisito l’appartamento. Nel corso della perquisizione è spuntata fuori la pistola descritta dalla ex compagna. L’autorità giudiziaria ha chiesto quindi la sostituzione della misura cautelare del divieto di avvicinarsi alla ex con gli arresti domiciliari. Lette le motivazioni del pm e il rapporto dei carabinieri che confermavano le ripetute violazioni delle prescrizioni imposte, il gip Caterina Salusti ha disposto l’allontanamento dell’uomo non solo da San Salvo ma dall’intero Abruzzo e anche dal Molise. Attualmente si trova in Campania ospite di un parente.  

Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su