vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Turdò a giudizio per diffamazione: sentenza ad aprile

Più informazioni su

Ieri si è celebrata l’udienza del processo penale, presso il Tribunale di Vasto, davanti al giudice  Michelina Iannetta, nel quale figura come imputato Antonio Turdò, presidente del Comitato PROTRIGNINA Abruzzo e Molise, trascinato in giudizio dal vigile Profeta Domenico.
I fatti risalgono al 26 agosto 2010,. Il processo è una costola della maxi udienza sull’autovelox..
Saranno ascoltati i testi della difesa dell’imputato, assistito dagli avvocati Isabella Mugoni , Pasquale Lollino  e Raffaele Giacomucci , che daranno notizie ed informazioni inerenti il fatto.
Purtroppo per motivi di salute un teste della difesa, non è potuto essere presente e quindi l’udienza è stata rinviata al 13 aprile 2015, per  la discussione e la sentenza.
“ Ho la totale fiducia nella magistratura giudicante. Ho sempre avuto un atteggiamento costruttivo per difendere la gente e tutelarla dai soprusi e dagli abusi”. 
“Oggi penso alle tante battaglie di legalità fatte e vinte:
Aumento del limite della velocità sulla Trignina nell’intera tratta San Salvo- Isernia;
Cacciata delle pattuglie abusive sulla Fondo Valle Treste;
Soppressione dell’autovelox fisso a Cantalupo nel Sannio;
Tutela degli automobilisti contro l’autovelox fisso a Macchia d’isernia;
Tutela e difesa di centinaia ricorsi degli automobilisti nei confronti dei comuni di Vinchiaturo e Cupello e Dogliola ed altri Comuni della Trignina.
Penso che una sconfitta non ci fermerà e non potrà bloccare quel grande processo di legalità e trasparenza che abbiamo iniziato sulle strade italiane”, ha commentato Antonio Turdò. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su