vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il San Salvo torna al Bucci e vince contro il Vasto Marina. Coreografie e bimbi in campo

Più informazioni su

SAN SALVO. E’ la giornata del ritorno a “casa” per l’US San Salvo e i tifosi lo fanno avvertire regalando coreografie, striscioni simpatici e fumogeni del colore della loro squadra del cuore. Lo sente la città e lo dimostra il fatto che il Bucci mostra la tribuna piena di gente tra cui anche i sostenitori del Vasto Marina, dirigenze dei due club, gli amministratori comunali di San Salvo, l’assessore allo sport Chiacchia e il sindaco Tiziana Magnacca con sciarpa al collo biancoblu. Clima piacevole anche nel pre match con i bambini della scuola calcio che entrano in campo ad accompagnare i loro beniamini. Uniti piccoli e grandi per la prima di Eccellenza sul nuovo manto erboso del Bucci. Un restyling che da far invidia anche alle altre società d’Abruzzo. In campo due squadre con obiettivi completamente opposti. Il Vasto Marina retrocesso insieme al Sulmona se cosi dovesse terminare il campionato cercava punti per non far allontanare ulteriormente l’Alba Adriatica. Obiettivo fallito. Centra il suo invece il San Salvo che voleva fortemente i tre punti per restare nella zona play off e magari rosicchiare qualcosa al Francavilla (e cosi sarà) sopra di lei e allungare sull’Angolana. Con il pareggio delle due pescaresi per 1-1 obiettivo più che raggiunto. Vittoria sul Vasto Marina per 1-0 e morale alto in vista del big match di domenica prossima contro la RC Angolana. Aspettando poi l’ultima in casa contro la Torrese e sperando nella promozione attraverso i play off. “Poco da dire nove punti. L’ho detto prima di questa partita e lo continuo a ripetere. Vogliamo mettere in cassaforte più punti possibili. Noi pensiamo a noi stessi e fare bene su questo campo lasciando polemiche inutili ad altri. Orgogliosi del nostro cammino e di quello che questi ragazzi hanno dimostrato anche oggi contro il Vasto Marina. Occasioni da goal non sono mancate oltre quella del goal e anche se con un rigore sbagliato dal Vasto Marina il passivo poteva essere più pesante per loro se guardiamo alle occasioni avute. I rivali ci hanno ringraziato a fine partita per l’accoglienza e questo può solo che fare piacere. Il mio ringraziamento va a chi ha permesso di giocare su questo campo, casa nostra e su un manto erboso cosi e soprattutto a questi tifosi. Vedere una tribuna piena e che incita dall’inizio alla fine non so in quanti campi ci sia. Noi siamo sempre seguiti cosi con tanto calore e oggi è stato ancora più bello. Grazie ai tifosi” spiega il presidente Evanio Di Vaira.
“Contento per questi giovani che stanno ben figurando anche nel campionato di Eccellenza dopo aver dato tanto anche nel campionato juniores. Di Pietro Stefano ma anche Giampiero hanno collezionato il goal e sono classe ’94 e ’98 ma tanti come loro in campo hanno giocato una buonissima partita” spiega il mister della juniores Di Nardo a fine partita.
“Sulla fusione poche parole. Per ora non ci sono presupposti. A fine campionato ci metteremo a tavolino e vedremo di porre i punti base da cui partite. Quelli senza cui sarebbe impossibile pensare ad una fusione. Anche oggi abbiamo giocato al massimo delle nostre possibilità. I ragazzi si sono difesi bene per tanto tempo anche in dieci dal 18′ della ripresa e questo dimostra che hanno messo carattere e grinta. Purtroppo abbiamo dovuto smantellare ulteriormente la squadra perchè ci sono venuti a mancare dei fondi di alcuni imprenditori che dovevano unirsi a noi e invece siamo rimasti solo io e Travaglini” spiega il presidente del Vasto Marina che poi fa un plauso al nuovo terreno di gioco di San Salvo e invita ancora una volta le amministrazioni comunali ad essere vicine alla squadra e fare qualcosa soprattutto per non far cadere nel completo degrado l’Aragona.
“Ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Ce l’hanno messa tutta. Attualmente la nostra situazione in classifica anche in virtù degli altri risultati di oggi è peggiorata leggermente ma noi fino alla fine ci proveremo almeno a poter disputare i play out” afferma a fine partita il mister del Vasto Marina, Cesario.
CRONACA. Assenti nel San Salvo Ramundo, D’Aulerio e Cattenari per squalifica. Gallicchio manca in panchina Izzi ancora non al meglio della condizione per un infortunio al ginocchio e mette sula fascia sinistra Andrea Pollutri. In porta il giovane Raspa. Vasto Marina più rimaneggiato ancora rispetto le precedenti partite. All’11’ San Salvo in vantaggio. Azione prolungata dei padroni di casa, cross dalla destra del classe ’98 Giampiero Di Pietro, batti e ribatti davanti a Bruno e Stefano Di Pietro a due passi la butta dentro. Uno a zero San Salvo dopo i primi dieci minuti senza azioni da segnalare. Al 14′ ammonito Di Santo per trattenuta su Marinelli lanciato a rete.  27′ Di Pietro ci prova dal limite risponde presente Bruno. 30′: Antenucci si libera in area dell’avversario Nocciolino, cerca di servire Marinelli piuttosto che tirare e favorisce la difesa del Vasto Marina che sbroglia.  32′: Monachetti tira di collo pieno in porta dopo essersi accentrato e risponde presente il giovane classe ’96 Raspa. Al 33′ Di Pietro crossa dal fondo dalla destra , Antenucci raccoglie a centro area , tira sicuro ma Bruno salva. Antenucci spina nel fianco della difesa ospite.  Al 35′ Monachetti entra in area e Luongo stoppa di mano da terra il pallone. Lo vede il direttore di gara De Vito di Napoli (coadiuvato da Boffa e Frati ci Chieti e Pescara) che indica il dischetto. Sul pallone Cesario che tira alto sopra la traversa. Occasione del pareggio sprecata dal Vasto Marina. Al 41′ Quaranta su calcio di punizione: tiro , respinge la difesa ospite, ci prova Felice da fuori area dopo un batti e ribatti ma Bruno smanaccia e manda in corner. Al 46′ Antenucci crossa dalla destra, Marinelli ci prova di testa e colpisce il palo. San Salvo che chiude il primo tempo in attacco. 
Nella ripresa al 4′ subito cambio in casa San Salvo: dentro Argirò per Quaranta che esce tra gli applausi. Al 7′ ammonito Di Pietro che si è mosso in anticipo dalla barriera durante un calcio di punizione.  Poco dopo dentro Marinelli nel Vasto Marina al posto di Nocciolino.  14′: il San Salvo reclama per un calcio di rigore non concesso dal direttore di gara.  18′: giallo per Donato Forte per fallo su Di Ruocco. E’ il secondo cartellino per il difensore del Vasto Marina, espulso. Ospiti in dieci per gran parte della ripresa. Al 21′ Cesario manda in campo Tracchia per Di Santo. Al 25′ Bruno chiude su Felice servito da Antenucci dalla destra. 32′: Di Ruocco fa venire i brividi a Bruno. Si salva il Vasto Marina. 34′: entra Daniele Izzi ed esce Andrea Pollutri nel San Salvo. 36′: ammonito Galiè nelle fila dei vastesi. 39′: fuori Cesario e dentro D’ottavio. Cinque i minuti concessi dall’arbitro Carmine De Vito di Napoli. Al 47′ rimessa di Izzi, Di pietro per Antenucci che crossa per Marinelli che di testa in diagonale sfiora di poco il palo alla destra di Bruno. Non c’è tempo però finisce 1-0 per il San Salvo che conquista tre punti importanti in chiave play off tra la festa e gli applausi dei propri tifosi che chiamano anche la squadra sotto la curva loro riservata. Amarezza invece in casa Vasto Marina in attesa del prossimo match contro il Paterno in casa. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su