vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vasto Marina-Paterno: intervista al bomber Aquino. Ambizioni e ricordi dell'Aragona

Più informazioni su

VASTO. Due anni nella primavera della Virtus Lanciano, a 16 anni il debutto in C1. Qualche litigio e incomprensione con il suo procuratore di Lanciano lo portano a fare esperienze all’estero tra Romania e Ungheria che gli hanno insegnato tanto.  Orlando Aquino classe ’88 nato a Boscoreale in provincia di Napoli di goal ne ha fatti tanti già lì nel Liberty Oradea. Ben 18 le reti messe a segno in 21 partite. Meno goal in Ungheria a causa di qualche problema fisico. Poi il rientro il patria. Sette partite e un goal con il Trivento in D e il passaggio alla Nocerina da cui però va via a metà stagione e rimane fermo fino a giugno. Arriva il contratto con il Bojano ma i problemi arrivano anche lì dove non vengono pagati gli stipendi. Situazioni che fanno riflettere l’attaccante e gli fanno quasi passare la voglia di giocare ancora a calcio. Un anno di stop per lui, un anno in cui ha riflettuto per poi tornare alla grande a calcare i campi con la maglia proprio della Vastese fidandosi di Baiocco e Calvitti e trovandosi bene anche poi con Vecchiotti succeduto al primo mister. Aquino torna a pensare in grande. Arrivano poi le esperienze con il Team 604 e il Paterno. Squadra con cui sta facendo attualmente grandi cose e sta dimostrando di avere fiuto del goal come pochi con ogni fondamentale. Venti i goal già in questa stagione. Ultimo quello di domenica scorsa da applausi contro il Capistrello. Un goal che ha deciso le sorti dell’incontro combattuto fino al 90′ e ha permesso al Paterno di restare a solo un punto di distacco dalla capolista Avezzano e far continuare a sperare squadra, società e tifosi in un primato e promozione diretta in D. Con i suoi goal Aquino ha dato una grande mano ai neroazzurri. Domenica il destino lo riporterà in uno stadio in cui ha giocato, ha regalato tante emozioni ai suoi tifosi e ha collezionato anche qui tantissimi goal tanto da farlo diventare uno dei beniamini della D’Avalos con la Vastese: l’Aragona di Vasto.  Partita semplice sulla carta quella contro il Vasto Marina ma non nella realtà. I vastesi cercano punti importanti per non far allontanare ulteriormente l’Alba Adriatica e cercare anzi di recuperare il gap in modo da poter disputare quanto meno i play out per rimanere in Eccellenza. Il Paterno deve invece far bottino pieno per restare in corsa per il primo posto in classifica. Due ambizioni diverse che però faranno si che si giocheranno 90 minuti tesi agonisticamente. “Per me una stagione ottima. E’ il primo anno in Eccellenza abruzzese e nonostante qualche giornata in cui non ho potuto giocare per problemi familiari o fisici ho collezionato già 20 goal. I numeri parlano da soli. I goal sono importanti per un attaccante” spiega Aquino “L’ultimo l’ho segnato proprio domenica contro Capistrello”.
“Contro Capistrello una partita sofferta?”. “In fin dei conti abbiamo avuto anche diverse occasioni da goal a parte quello del vantaggio e un pò per la bravura dei loro difensori un pò per colpa nostra che non l’abbiamo buttata dentro il risultato è stato solo di 1-0. Loro hanno fatto poche conclusioni davvero pericolose in porta. Hanno tenuto bene il campo e giocato la loro partita fino alla fine anche perchè i punti in palio erano importanti per entrambe”.
“Siamo a due giornate dalla fine e il Paterno è a un solo punto dall’Avezzano. Credete ancora nel primato?”. “Certo che ci crediamo. Abbiamo entrambe da giocare ancora due partite. Si potrebbe decidere già tutto domenica cosi come invece arrivare all’ultima di campionato e noi dovremmo sperare negli stimoli che la Vastese potrebbe avere nell’affrontare l’Avezzano. E’ ancora aperta la sfida per il primato e noi sicuramente ce la metteremo tutta”.
“Hai fatto venti goal. Il più bello?”. “Quello contro il Miglianico in casa. Anche contro il Capistrello però lo considero tra i più belli. Spero poi comunque di segnare ancora e aumentare il mio score”.
“Partite giocate sempre intensamente quelle del Paterno. Una secondo te che non hai giocato al meglio?“. “Se dovessi dirne una direi proprio quella contro l’Avezzano solo per il fatto che il terreno di gioco era in condizioni pessime e lì abbiamo subito poi una sconfitta. Non è stata un prestazione ottimale della squadra non mia personale, visto che non si riusciva a giocare bene a pallone. Per il resto do sempre il massimo in campo come ogni mio compagno. Cerco di fare bene e migliorarmi partita dopo partita. Anche perchè nel calcio dei numeri e di cosa viene fatto ci si scorda facilmente quindi è bene dare il massimo e cercare di lasciare il segno partita dopo partita anno dopo anno”.
“Anche a Vasto non troverete un campo in ottime condizioni”. “Purtroppo lo so e questo dispiace non solo per noi ma anche per i tifosi, sia nostri che del Vasto Marina. Quando il terreno di gioco è in buone condizioni ne trae giovamento anche la qualità del gioco e quindi i tifosi si divertono di più. E’ un peccato per loro e per la città, anche per la Vastese, la prima squadra del posto, in cui ho avuto il piacere di giocare in passato”.
“Domenica torni all’Aragona dopo averci giocato tante partite in passato e aver ricevuto sempre affetto dei tifosi”. “Torno all’Aragona ma giocherò contro l’altra squadra di Vasto. Io ho giocato nella Vastese e senza nulla togliere al presidente e vice del Vasto Marina che sono amici, considero la Vastese la prima squadra della città. I tifosi mi hanno accolto già quando sono venuto a giocare lì con il Paterno in modo splendido. Mi sono emozionato, dico la verità. Sono rimasto colpito da tutto quell’affetto ed è reciproco. Quando ho giocato a Vasto mi sono trovato bene e sono riuscito ad esprimermi bene in campo. Sono rimasto amico dei tifosi e di molti giocatori tra cui Triglione che ora milita nel San Salvo e ad esempio Napolitano del Vasto Marina con cui mi scontrerò domenica. Anche di Cialdini che dispiace non ritrovare a difendere i pali. Sarebbe stata una bella sfida. Noi vogliamo vincere”. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su