vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Autoporto: il dossier trasmesso alla Procura regionale della Corte dei conti

Più informazioni su

SAN SALVO – Autoporto di San Salvo : la vicenda finisce sul tavolo della procura aquilana.La Corte dei Conti ha rimesso alla Procura regionale dell’Aquila la documentazione inviata l’8 aprile scorso ai giudici  amministrativi da Paolo Leonzio , presidente dell’associazione onlus ” Ambiente sport e cultura” sull’autoporto di San Salvo. Leonzio nella lettera   chiedeva un intervento delle autorità preposte per mettere fine al degrado della struttura. Ieri Leonzio ha ricevuto la risposta che sperava: la comunicazione è stata trasmessa per pertinenza territoriale alla Procura regionale della Corte dei conti per l’Abruzzo per le valutazioni del caso. Grande la soddisfazione del presidente della Onlus  che sulla questione ha informato anche la prefettura e la Procuradenunciando lo stato di totale  abbandono di una  struttura costata tantissimi milioni di euro.La storia dell’autoporto è iniziata oltre 20 anni fa con una spesa prevista di circa 500 milioni di lire. La sua realizzazione avrebbe dovuto dar risposta alle necessità delle aziende della zona e dei tanti mezzi di trasporto pesante I lavori cominciarono ad inizio anni ’90 con fondi della Cassa del Mezzogiorno e della Comunità europea, successivamente, intervennero anche il Cosiv edil Distretto industriale. Nel 2008, l’infrastruttura fu inaugurata: 48 piazzali, edificio uffici e bar-ristoro, magazzini ecc. Il tutto distribuito su 84mila metri quadri di estensione per una spesa di 33milioni di euro. «Da quel momento», annota Leonzio, «sono iniziati continui atti vandalici e problemi con i proprietari dei terreni vicini. L’autoporto non ha mai iniziato a operare. Problemi di carattere burocratico-amministrativo lo hanno paralizzato e ancora oggi è tutto fermo», denuncia Leonzio.

Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su