vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il Paterno vince a Vasto e continua a sperare nella promozione diretta

Più informazioni su

VASTO. Non basta una squadra combattiva. Il Vasto Marina viene sconfitto in casa da un Paterno con importanti motivazioni.
“Abbiamo vinto meritatamente. Loro sono stati bravi soprattutto nei primi 45 minuti a metterci in difficoltà pressando molto e alto. Non ci aspettavamo una pressione del genere e siamo andati un pò in difficoltà facendoci anche recuperare il goal di vantaggio. POi nella ripresa abbiamo dominato. Ci crediamo ancora nel primo posto. Tutto dipenderà purtroppo dai risultati di domenica. Noi proveremo a vincere contro il Pineto in casa aspettando il risultato proprio da questo stadio in cui la Vastese affronterà la rivale storica Avezzano. Mai dire mai. Nel calcio nulla è scritto” a fine partita le parole dell’allenatore del Paterno, Iodice.
“Abbiamo disputato una buona partita. Abbiamo retto bene soprattutto nel primo tempo poi siamo calati leggermente nella ripresa. Abbiamo subito un secondo goal evitabile e sul rigore qualche perplessità noi come società l’abbiamo ma ormai… Ora aspettiamo di giocare domenica con lo stesso mordente contro il Martinsicuro fuori casa e dobbiamo guardare anche al risultato dell’Alba Adriatica in trasferta contro il Miglianico. Abbiamo ancora una flebile speranza” il presidente Pasquale Cirulli del Vasto Marina.
Paterno e Vasto Marina: due squadre in campo con obiettivi importanti ma opposti. La prima rincorre il primato in classifica. La seconda, priva anche di Cesario influenzato, deve fare punti se non vuole retrocedere direttamente insieme al Sulmona. Salvo dalla lotta play out il Capistrello che vince tre a zero fuori casa contro la Torrese. La sfida rimane tra Alba Adriatica, Acqua & Sapone e Vasto Marina.  Nelle fila vastesi 6 fuoriquota in campo dall’inizio più una panchina composta interamente dalla linea verde.  Al 9′ subito Paterno con Aquino che riceve in area stoppa, trova lo spazio ed il tempo di tirare nonostante venga ostacolato. Ma il tiro è troppo flebile e non impensierisce più di tanto Bruno. Passano pochi minuti e gli ospiti passano in vantaggio, Al 13′ il goal dell’uno a zero arriva grazie alla spizzata di testa di Iommetti che riceve su cross dalla trequarti sinistra. Battuto Bruno e marsicani in vantaggio con i sostenitori accorsi all’Aragona in festa. Il Vasto Marina prova subito a reagire e lo fa con un tiro dalla distanza di Monachetti che finisce però alto sopra la traversa.  Al 21′ il Paterno si riaffaccia in avanti con Aquino che servito da Bolzan con un preciso cross dalla sinistra prova a far male al numero uno vastese di testa. Fuori di pochissimo. 22′: finisce sulla lista dei cattivi della lancianese Menicucci D’Ottavio. Al 24′ puizione insidiosa di Napolitano. Di Girolamo c’è!. Detro Santucci al posto di Iommetti infortunato. Al 33′ rilancio lunghissimo di Di Girolamo che pesca Aquino in attacco che ci prova al volo: fuori! Passano due minuti e il Vasto Marina trova il pareggio. Batti e ribatti a centrocampo, Napolitano recupera un buon pallone serve Monachetti sulla fascia sinistra. L’attaccante vastese si accentra, si libera magistralmente di un avversario, tira ma Di Girolamo si distende e salva sul tiro angolatissimo. Il pallone però rimane sulla linea di porta. D’Ottavio a due passi la spinge dentro.Uno a uno. Al 40′ se ne va Bolzan e Santoro è costretto ad “abbracciarlo” per fermarlo. Ammonito. Altro giallo al 45′ per Di Santo. poco dopo Cordischi con un diagonale sfiora il palo alla sinistra di Bruno. Al 48′ Aquino in area dalla sinistra tira e risponde presente Bruno che salva letteralmente il risultato. La prima frazione di gioco si chiude sull’uno a uno.
Nella ripresa al 1′ il Paterno subito pericoloso. Palla che esce di poco. Iodice gioca la carta Sabatini fuori Cordischi. Al 10′ cartellino giallo per Tracchia. Paterno che prova a spingere alla ricerca del vantaggio che infatti non tarda ad arrivare. Premiata la squadra marsicana che si porta sul 2-1 con Santucci che lascia partire un gran diagonale da fuori area spiazzando Bruno. Al 15′ ammonizione proprio per l’autore del raddoppio del Paterno. Al 25′ sul taccuino dell’arbitro ci finisce Scarano per fallo in area di rigore. Penalty accordato al Paterno. Dal dischetto Aquino: palla a destra e portiere a sinistra. Tre a uno Paterno. Dentro Andrea Tuzi e fuori Albertazzi nel Paterno. Mister Cesario manda in campo anche Ratta. Ma non c’è nulla da fare. Il Paterno espugna l’Aragona e continua a sperare nella prima posizione e promozione diretta. Il Vasto Marina vede sempre più vicina la retrocessione diretta. Anche se la matematica ancora non la condanna. Si spera in domenica. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su