vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tentato omicidio con cacciaviti e spranghe di ferro: due rinvii a giudizio

Più informazioni su

VASTO – Due anni fa aggrediscono due connazionali sul lungomare di Casalbordino colpendoli con cacciavite e spranghe di ferro. Il brutale pestaggio avrebbe potuto trasformarsi in omicidio. I protagonisti della drammatica aggressione, T.B., 46 anni e Y.N., 42, albanesi, sono stati rinviati a giudizio dal Gup Anna Rosa Capuozzo. Entrambi sono accusati di concorso in tentato omicidio, lesioni aggravate e porto abusivo di armi atte ad offendere. Compariranno  davanti ai giudici del tribunale di Vasto il prossimo 22 luglio. Ad arrestarli furono i carabinieri di Casalbordino. Con loro c’erano due ragazzi all’epoca ancora minorenni, uno albanese e uno italiano. Il fascicolo su di loro venne trasmesso alla Procura dei minori del tribunale dell’Aquila. Le vittime erano anche loro albanesi. 
Gli arrestati all’epoca fecero una controquerela dichiarando di essere stati aggrediti e di essersi semplicemente difesi. La controquerela venne archiviata. Una delle vittime è viva per miracolo. L’uomo sarà assistito  dall’avvocato Fiorenzo Cieri. A difendere i due imputati sarà invece l’avvocato Daniele Antonelli.  Stando alla ricostruzione dei carabinieri, B.T. e Y.N., armati di cacciavite e spranghe di ferro, insieme ai due ragazzi di 17 anni, raggiunsero e affrontarono in malo modo  due connazionali sulla riviera. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su