vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Chi pagherà i danni causati dalla omessa manutenzione del verde?"

Più informazioni su

VASTO. “La città  di Vasto, dopo anni ha finalmente un piano del verde! Questo è quanto comunicato dall’Ente Comune attraverso l’assessore ai servizi nella persona del sig. Marra.
Ora -spiega Alfredo Graziano residente nel Parco Fortunato a Vasto Marina-  non è dato sapere se il termine “finalmente” sia da collegare a una scelta programmatica dell’amministrazione comunale o più semplicemente sia la conseguenza di quello stato di degrado più volte segnalato ed opportunamente denunciato dai cittadini. Tant’è!
Da anni Vasto vive una precarietà, in termini di fornitura servizi, che è sotto gli occhi di tutti; la mancanza di manutenzione del verde ha prodotto danni irreversibili tali da richiedere un massiccio intervento per salvare, forse,  il..salvabile; intere zone,ampi parchi e le stesse strade offrono uno spettacolo indecoroso tanto che il verde è ormai un lontano ricordo!
Ormai lo stato di abbandono del verde sull’intero territorio è così visibile che non vi è una sola pianta od albero che non siano ridotti in condizioni a dir poco pietose.
Che dire, quali cittadini, dobbiamo essere felici che Vasto si sia   finalmente dotata di un piano del verde? Intanto aspettiamo di vedere all’opera la ditta aggiudicataria non foss’altro perché non accada ciò che si è verificato in altri momenti, ovverosia che alle promesse non sono seguiti i fatti….
Le cronache cittadine raccontano di una zona di Vasto Marina e più precisamente del parco  “Fortunato” più volte teatro se non oggetto di costanti richieste di intervento manutentivo rivolte all’amministrazione comunale, ovviamente, rimaste disattese; lo stesso sindaco, unitamente agli assessori Marra e Tiberio, conosce perfettamente il problema ma, al di la delle solite promesse, nulla è avvenuto a partire dall’ottobre 2014.
Le condizioni ambientali del parco sono a dir poco pessime; il verde che latita, animali di vario genere che scorazzano liberamente, i danni alle strutture sportive etcc…, sono l’emblema  di uno squallore senza precedenti di cui un giorno qualcuno dovrà renderne conto; quali cittadini che, verosimilmente, pagano le tasse dovute, abbiamo il solo torto di rivendicare dei banali diritti.
Si legge, altresì, che, previa richiesta, è possibile la cura e la manutenzione da parte dei condomini etcc.. Orbene, per quanto riguarda il Parco Fortunato, in tempi non sospetti, veniva chiesta l’autorizzazione per una gestione di carattere condominiale, mai concessa.
La domanda, a questo punto, nasce spontanea: sindaco Lapenna e assessore Marra, chi pagherà i danni causati dalla omessa manutenzione del verde e non solo della intera area interessante il Parco Fortunato?”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su