vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sognando il Giro: docuSERIETV con NIPPO Vini Fantini su Gazzetta TV

Più informazioni su

ORTONA. Sognando il Giro, è il titolo della prima DocuSERIE sul mondo del ciclismo, realizzata e prodotta dal team NIPPO Vini Fantini in collaborazione con De Rosa. Andrà in onda in esclusiva su Gazzetta TV dal 13 giugno alle ore 12.30 tutti i sabato e domenica per 4 settimane. 8 puntate per un totale di 300 minuti, per un mese ricco di entusiasmo, humor, adrenalina e sopratutto realtà.
La DocuSERIE nasce infatti da un nuovo team, su un nuovo canale televisivo (59 del digitale terrestre) e da un nuovo approccio manageriale, completamente aperto e trasparente verso il pubblico. Dopo il passaporto biologico di tutti gli atleti NIPPO Vini Fantini pubblicato on-line e il premio Fair Play conquistato sulle strade del Giro d’Italia, la NIPPO Vini Fantini e Gazzetta TV presentano il nuovo format televisivo che racconterà e svelerà al pubblico tutti i retroscena del ciclismo in una squadra professionistica. Non si tratta ovviamente di una squadra qualunque, con atleti, staff e direttori ordinari. Se fino ad oggi l’approccio #OrangeBlue vi ha appassionato, dal 13 giugno vi coinvolgerà.  Riunioni tecniche, glorioso passato e tecnologico presente dei brand sponsor, preparazione atletica, allenamenti, ma anche l’estro dei Direttori Sportivi e la spontaneità dei giovani atleti #OrangeBlue, insieme al rilancio del simbolo e capitano Damiano Cunego. Per conoscere i protagonisti in nuova luce l’appuntamento è dal 13 giugno, tutti i sabati e domenica dalle ore 12.30, per 8 puntate, su Gazzetta TV, canale 59 del digitale terrestre.
Il General Manager del team Francesco Pelosi riassume così la genesi del programma: “Questo importante progetto nasce dalla voglia di far vivere al grande pubblico tutte le emozioni che questo bellissimo sport è in grado regalare. Ogni volta che portiamo un ospite con il team, lo vediamo divertirsi, appassionarsi, vivere la squadra e apprezzare il ciclismo. Da li, con il mio socio Nicholas Figoli é nata l’idea che in Sun-TIMES abbiamo tradotto in un format televisivo, poi realizzato dalla casa di produzione NONPANIC grazie all’estro degli autori, Davide Tappero Merlo e Lorenzo De Marinis. Portare in TV il nostro sport, renderlo protagonista di una trasmissione televisiva che racconti sopratutto a chi é al di fuori del pubblico consolidato del ciclismo la bellezza di questo sport: il pubblico assisterà a tutti i retroscena del team, il dietro le quinte, le riunioni, gli scherzi, i momenti di tensione. Tutto quello che accade nel team a telecamere spente o dietro le quinte, grazie anche alla professionalità degli atleti e la passione di tutto lo staff che si prodiga ogni giorno a supporto del team.  Si tratta di una grande occasione per tutto il ciclismo di far innamorare ancora più persone”. Sulla realizzazione, Pelosi aggiunge: “Ringrazio tutti i nostri sponsor, a cominciare da De Rosa, Main partner del progetto e proseguendo con Vini Fantini, NIPPO, Vittoria Shoes & Helmets, Selle Italia, IRC, SH+ e Inkospor, tutti eccezionali nell’averci supportato e dato il sostegno necessario alla realizzazione di un prodotto telvisivo così articolato”. Sulla distribuzione infine, il manager #OrangeBlue conclude: “Creata l’idea e raccolto il budget, mancava il partner distributivo e non poteva che essere il canale naturalmente – casa dell’evento clou della nostra stagione per cui abbiamo lavorato fino ad oggi, il Giro d’Italia. Per questo #sognandoilgiro andrà in onda in esclusiva su Gazzetta TV, dove racconteremo tutti i nostri passi d’avvicinamento alla corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo”.
300 minuti di DocuSERIE, per 8 puntate di vita del team tutte dedicate all’apertura completa verso il pubblico e il mondo sportivo in senso lato: un’apertura e condivisione che si svilupperà ulteriormente durante le puntate, visto che il pubblico sarà invitato a interagire con i protagonisti delle serie commentandola su twitter con #sognandoilgiro. Sui social come sulle strade e in TV, quindi, tra i ciclisti e il pubblico non ci saranno barriere. redazione@vastoweb.com

Più informazioni su