vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Tragedia nel cantiere. Assolti i responsabili dell'azienda e i datori di lavoro della vittima

Più informazioni su

LENTELLA. Morte in cantiere. Tre assoluzioni dal Tribunale di Vasto. E’ l’epilogo  del tragico incidente sul lavoro avvenuto otto anni fa nello stabilimento della Laterlite Spa l’azienda di contrada Coccette che produce argilla espansa. Quell’incidente costò la vita a Mario Ferrara 55 anni,un operaio di una ditta esterna. Il Tribunale di Vasto ha assolto il rappresentante legale della ditta per cui lavorava Ferrara, Pasquale Natale , il committente dei lavori, Mario Turetta e  il dirigente e coordinatore dei lavori, Pierluigi Marino dall’accusa di omicidio colposo. I difensori, gli avvocati Giovanni Cerella , Emidio Guastadisegni e Perla Sciretti hanno dimostrato che la caduta mortale fu un evento imprevisto e affatto imputabile agli accusati. Ferrarà morì per il distacco improvviso di un tirante. 
L’incidente costato la vita all’operaio originario di Montefalcone del Sannio si verificò il 1º settembre 2007.L’uomo che aveva mansioni di tubista cadde da un ponteggio. L’operaio morì all’ospedale  di Pescara. Al momento dell’incidente stava lavorando per conto di una impresa esterna, specializzata in manutenzione. Cadde su un terreno da un’altezza di 2,40 metri. Trasportato in un primo momento  all’ospedale San Pio, dopo gli accertamenti venne  trasferito nel meglio attrezzato ospedale pescarese. Ma, nonostante la forte fibra, il suo cuore 24 ore dopo il ricovero cessò di battere. Paola Calvano paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su