vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sparatoria a San Salvo: uno degli indagati ottiene gli arresti domiciliari

Più informazioni su

SAN SALVO. Clirim Tafili,44 anni l’imprenditore albanese  indagato per la sparatoria del 14 aprile davanti al bar Evelin di San Salvo ha ottenuto gli arresti domiciliari dal Tribunale del Riesame dell’Aquila. All’uomo però  è stato applicato il braccialetto elettronico. Restano in carcere il fratello  Elvin Tafili, 40 anni( accusato solo di porto abusivo di arma da fuoco), Lulzim Bimi, 28, e Fasli Faslia, 32 anni. Questi ultimi due insieme a Clirim Tafili  sono accusati di tentato omicidio. I rilievi compiuti dai Ris di Roma un mese fa e la perizia belisitca fatta la settimana scorsa da un perito richiesto dalla difesa degli indagati hanno accertato che quella sera vennero esplosi 12 colpi di arma da fuoco. Alcuni colpi contro Fasli Faslia che venne ferito. Altri colpi partirono proprio dalla pistola di Faslia. I segni sono anche all’interno del bar. I Ris si sono riservati di depositare la perizia entro un paio di mesi. Nel frattempo i carabinieri proseguiranno le indagini per appurare il ruolo avuto da ciascuno degli indagati nella drammatica vicenda e soprattutto il movente che al momento resta un mistero.  Paola Calvano paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su