vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bagnino aggredito da un ambulante con una spranga

Più informazioni su

VASTO – Ha chiesto ad un ambulante nordafricano di spostare la propria bancarella mobile dal bagnasciuga perchè ostacola la sua attività sulla torretta di avvistamento e per tutta risposta è stato minacciato. Una brutta disavventura quella vissuta da Luca Del Casale. Il giovane è stato aggredito da un ambulante con una spranga spuntata fuori dalla bancarella mobile.  L’extracomunitario ha poi finto di allontanarsi ma è tornato  ed ha ricominciato a minacciare Del Casale nel bar dello stabilimento balneare insieme ad altri connazionali arrivati con un pulmino sulla riviera. Il giovane ha chiesto aiuto a 113 ,112 e 117. Quando una pattuglia della polizia è arrivata sul posto il gruppetto si era già allontanato. Informati dell’accaduto i responsabili della ‘Compagnia del Mare’ di Pescara che si occupa del servizio di assistenza in spiaggia a Vasto Marina, hanno denunciato l’increscioso episodio all’autorità marittima chiedendo immediati provvedimenti a tutela degli assistenti bagnanti. La vicenda ha sollevato moltissime reazioni.”Quanto accaduto a Vasto Marina e denunciato dal bagnino Luca Del Casale è di una gravità inaudita”, scrive Davide D’Alessadro in una nota indirizzata alle autorità preposte. ” Davanti a questi episodi non basta la sola denuncia. Occorre una presa di coscienza dell’intera popolazione vastese. Non servono le rassicurazioni politiche di chi continua a predicare accoglienza indiscriminata, ospitalità senza senso e perdono cristiano. Ciò che per anni abbiamo visto soltanto in televisione accadere in altri luoghi del nostro Paese è da arrivato nelle nostre case. Siamo vicini al bagnino e a tutti coloro che ricevono minacce e aggressioni quotidiane e di varia natura”, annota D’Alessandro. “Subire un’aggressione per aver chiesto il rispetto delle regole, è senza dubbio indicativo di quello che non può non essere definito un pericolo per il vivere democratico e civile”, dice Marco Di Michele Marisi( Giovani in movimento). “Quanto accaduto a Luca Del Casale, minacciato ripetutamente da venditori ambulanti abusivi non solo deve far riflettere, ma necessariamente portare le forze dell’ordine in primis, a pensare ad una immediata e dura azione di repressione del fenomeno dell’abusivismo commerciale. Se al fatto che chi non ha licenza, non paga tasse ed occupazione di suolo pubblico, danneggia coloro che regolarmente e con sacrifici tengono aperta un’attività e si permettono di voler, con la violenza, dettare una legge che non sta né in cielo, né in terra”.
Paola Calvano  paolacalvano@vastoweb.com
 
 

Più informazioni su