vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Non si discute punto all'ordine del giorno e la minoranza occupa l'aula

Più informazioni su

VASTO. I rappresentanti di minoranza Andrea Bischia, Davie D’Alessandro e Massimo Desiati e Etel Sigismondi hanno occupato l’aula consiliare del Comune di Vasto in forma di protesta per la mancata discussione di un punto all’ordine del giorno, quello della perimetrazione del parco della costa teatina. “Nel corso del consiglio quando siamo arrivati alla discussione di questo punto –ha detto Davide D’Alessandro- Domenico Molino ha chiesto la parola per una pregiudiziale che impedisse dibattito e voto. Non ne possiamo più di una maggioranza arrogante e prevaricatrice”.  “La nostra –ha spiegato Massimo Desiati- è un’attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica vastese.  I cittadini non conoscono la perimetrazione e le misure di salvaguardia ma non ne hanno conoscenza neanche i consiglieri comunali. Il dischetto che ci è stato consegnato solo dieci giorni fa contiene la perimetrazione ma non le misure di salvaguardia. Nei territori ricompresi in fascia 1, 2 e 3 saranno possibili interventi graduati solo nel momento in cui sarà l’ente Parco ad autorizzare, non sarà il comune a concedere l’autorizzazione”. “Questa occupazione della sala che andrà avanti per tutta la notte – ha continuato Sigismondi -è anche un’esasperazione da parte dei consiglieri comunali di minoranza. Il 4 maggio i rappresentanti del comitato 2016 hanno presentato una richiesta per creare una commissione per discutere la perimetrazione . Diversi sindaci avevano sollevato perplessità in merito, noi ci siamo permessi di presentare un ordine del giorno insieme alla richiesta di un referendum consuntivo. Oggi c’erano i numeri per indicare un referendum ma gli altri consiglieri hanno preferito non discuterne”. 

Paola D’Adamo paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su